20 Novembre 2020

ITALREPORT

Quotidiano on-line

Acate. I ringraziamenti dell’ex vice parroco don Fabio e del presidente dell’Azione Cattolica, Migliore.

5 min read

Salvatore Cultraro, Acate (Rg), 9 novembre 2020.- Il Vescovo della Diocesi di Ragusa, Monsignor Carmelo Cuttitta, ha nominato il nuovo Parroco della Parrocchia San Nicolò di Bari di Acate. Si tratta dell’acatese don Mario Cascone, il quale sostituisce don Giuseppe Raimondi di San Cono che reggerà la parrocchia, “San Pietro Apostolo” di Ragusa. Cambio anche per quanto riguarda il Vicario. Don Fabio Stracquadaini, infatti, ricoprirà  l’incarico di amministratore parrocchiale presso la Parrochia, “Santa Maria delle Grazie” di Comiso.  Giovanissimo sacerdote, classe 1978, don Fabio, originario di Chiaramonte Gulfi,  è stato ordinato nel 2017. Entrato in Seminario subito dopo il conseguimento della laurea in Scienze dell’Educazione, presso l’Università di Catania, ha svolto il ministero diaconale presso la parrocchia di Acate.  Al suo posto si insedierà come Vicario don Vincenzo Guastella, classe 1988, originario di Ragusa. Prima di lasciare la parrocchia di Acate, don Fabio ha voluto ringraziare tutta la comunità della piccola cittadina iblea con una commovente lettera.  “Voglio rendere grazie, con tutto il cuore, al Signore per  quello che mi ha donato in questi anni presso la comunità di Acate- ha esordito don Fabio nella sua nota-. Ricordo ancora quel sabato pomeriggio di sei anni fa, quando per la prima volta sono venuto in questa parrocchia, quante preoccupazioni, perplessità, aspettative, un susseguirsi di emozioni, ma com’è mio stile, dopo le prime ansie, inizio ad affidarmi a Dio e ad occuparmi delle situazioni e così ho fatto quella volta. Piano piano ho iniziato a prendere confidenza con i luoghi e le persone come un bambino che cerca di esplorare il mondo in cui vive e così ho iniziato a crescere. Non posso dire che la crescita è stata graduale, ma per circostanze a tutti note sono dovuto diventare subito adulto, le paure in quel periodo sono state tante insieme al pensiero di non farcela, ma ripetendomi le parole di San Paolo “tutto posso in Colui che mi da la forza” sono andato avanti e, con l’aiuto di Dio e tanti di voi che mi avete sostenuto ed incoraggiato, il tempo è passato”. Ed in effetti di ansie e paure don Fabio ne ha avute parecchie. Per lunghi periodi, infatti, prima per un problema di salute del parroco don Giuseppe Raimondi e poi per il Covid-19, si è ritrovato a dover gestire da solo l’intera corposa parrocchia di Acate  riuscendoci, in entrambi i casi magistralmente e non solo per l’aiuto del Signore e di qualche acatese ma principalmente per la sua professionalità apostolica. “Ora eccoci qui- continua don Fabio- a ringraziare Dio per le meraviglie che ha compiuto in me e anche e soprattutto ciascuno di voi. Per questo voglio ringraziarvi personalmente per quello che mi avete donato: da un semplice sorriso ad una parola bella o aprendomi il vostro cuore. Un grazie anche a voi padre Giuseppe e padre Buongiorno perché, nonostante caratteri diversi, sicuramente avete contribuito alla mia crescita. In questi giorni, da quando il Vescovo mi ha annunciato il mio trasferimento, nella mia mente sono riaffiorati tantissimi ricordi uno più bello ed importante dell’altro, si perché anche quelli, apparentemente negativi, se letti con gli occhi di Dio, diventano positivi e ti accorgi che sono soprattutto quelli che ti hanno fatto diventare quello che sei. Tante cose vorrei ancora dirvi, ma vi dico solamente grazie e che vi porterò sempre nel mio cuore, del resto si dice che il primo amore non si scorda mai e per me questa comunità è stata il primo amore. Un’ultima cosa vi chiedo, che è la più essenziale: di continuare a pregare per me e per la mia nuova comunità così come io continuerò a fare per voi così rimarremo sempre uniti. Grazie”. Il nobile operato del parroco don Giuseppe Raimondi e del suo vice don Fabio Stracquadaino è stato anche evidenziato e sottolineato, ringraziandoli di vero cuore, dal presidente dell’Azione Cattolica della Parrocchia “San Nicolò di Bari”, di Acate, Giovanni Migliore, il quale ha scritto, a nome anche dell’Associazione che rappresenta, un significativo documento di saluto e di ringraziamento ai due sacerdoti. “Carissimi amici-si legge nella nota a firma del presidente della locale Azione Cattolica, Giovanni Migliore- sono giorni particolari quelli che stiamo vivendo e quelli che ci apprestiamo a vivere. Il Signore ha voluto che nella nostra parrocchia ci fossero dei cambiamenti per quanto riguarda le guide che in questi anni ci hanno accompagnato nei nostri cammini di fede, associativi e comunitari. Sua Eccellenza, Monsignore Carmelo Cuttitta, vescovo di Ragusa ci ha comunicato il trasferimento sia del nostro parroco don Giuseppe sia del nostro vice parroco don Fabio e l’arrivo del nuovo parroco don Mario Cascone e del nuovo vice don Vincenzo Guastella. E’ doveroso da parte mia spendere qualche parola, mi permetto anche a nome dell’associazione, per coloro che durante il loro servizio nella nostra parrocchia ci hanno supportato e perché no anche, sopportato. Sin dal suo arrivo nella nostra comunità don Giuseppe è stato una guida discreto e decisa, che ha fatto della preghiera il centro della nostra parrocchia. Ci ha ascoltato, ci ha consigliato, ci ha guidato con l’umiltà che lo ha contraddistinto in tutti questi anni, facendosi spazio nei cuori di ognuno di noi, fino a diventare un padre spirituale presente e importante”.  Quindi il presidente dell’Azione Cattolica esprime il proprio apprezzamento anche nei confronti di don Fabio. “E’ arrivato qualche settimana dopo- continua Migliore- e anche lui sin da subito è riuscito a farsi volere bene per il suo carattere deciso ma allo stesso tempo disponibile nei confronti di tutti. Il suo impegno nei confronti dei giovani è stato prezioso ed importante per gettare le basi di un percorso che senza dubbio dovrà essere portato avanti Lo ricorderemo sempre come un Assistente dell’Azione Cattolica pieno di amore per questa associazione che lo ha cresciuto, lo ha accompagnato nella sua vocazione e che sono sicuro lo guiderà lungo tutto il suo ministero sacerdotale. Abbiamo passato anni meravigliosi insieme ai “nostri” sacerdoti, che ora diventeranno di qualcun altro, ma che rimarranno in ogni caso ne nostri cuori. Saranno sempre molti i ricordi che ci legheranno a loro, ma ancor di più dovranno essere le preghiere reciproche a creare un ponte tra  noi e loro, affinchè il cammino verso la santità continui ad essere un percorso comune e sincero. Affidiamo padre Giuseppe alla protezione di Maria e di San Pietro, titolare della parrocchia dove svolgerà il ruolo di parroco in Ragusa, e affidiamo don Fabio alla protezione della Madonna che lo ha protetto durante la sua vita e che continuerà a proteggerlo nella sua nuova veste di Amministratore Parrocchiale della parrocchia Maria Santissima delle Grazie di Comiso, affinchè siano entrambi testimoni del Vangelo e riescano con l’aiuto di Cristo a essere realmente pastori con “l’odore delle Pecore addosso”. Auguri sia a don Giuseppe che a don Fabio, una cosa è certa la vostra Parrocchia sarà sempre la vostra famiglia e pregherà per voi incessantemente. E’ doveroso rivolgere anche un pensiero a don Mario e don Vincenzo, certi che faremo insieme un bel percorso e vivremo tante nuove esperienze, la nostra parrocchia vi accoglie, come è solita fare, calorosamente”.

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Follow by Email
LinkedIn
Share