20 Novembre 2020

ITALREPORT

Quotidiano on-line

Acate. Osservazioni sulla Zona Rossa dall’ex sindaco Masaracchio e dall’ex deputata regionale Ferreri.

3 min read

Salvatore Cultraro, Acate (Rg), 20 novembre 2020.-  La notizia di “Acate Zona Rossa”, ha generato, come era prevedibile una infinità di reazioni che hanno coperto a 360 gradi tutto l’arco delle possibili ed immaginabili sensazioni. Rabbia, stupore, delusione, indignazione, confusione , approvazione ed altro. Tra i primi a far sentire la propria voce l’ex sindaco di Acate, Gaetano Masaracchio e l’ex deputato regionale del Movimento 5 Stelle, Vanessa Ferreri.  “Ho letto l’ordinanza del Presidente Musumeci- esordisce il professore Masaracchio in una propria nota- ho ascoltato il video messaggio del Sindaco ed è chiaro che tutto nasce dalla conferenza dei sindaci iblei con Musumeci il quale ha preso atto delle proposte e dei dati comunicati dai Sindaci della provincia. Pertanto la zona rossa per Acate, Vittoria e Comiso nasce proprio su richiesta dei 3 Comuni, perché intesi come unico presidio con gli ospedali di Vittoria e Comiso in forte sofferenza. Penso che sia stata considerata anche la continua crescita di conteggiati di Comiso e Vittoria, proprio come calcolo globale in crescita dei contagi nell’intero presidio di Vittoria.  Acate, secondo i comunicati dell’ASP iblea, è passata dai 73 positivi di ieri l’altro a 70 e con più di 100 in isolamento covid. Questo leggo e questa è stata la decisione per Acate, comune che assieme ad Ispica e Santa Croce Camerina ha fatto registrare un calo di 3 contagi , ma con 3 decessi per covid 19, queste notizie ci pervengono dall’ASP. E non dal Sindaco. È strano invece come Modica, nonostante abbia un ospedale in sofferenza e numeri di contagi in forte crescita, sia rimasta arancione. È stata una forte posizione del Sindaco di Modica? Comunque bisogna prendere atto e rispettare le regole non perdiamoci in inutili discussioni a caccia di chi ha voluto la zona rossa, né sono edificanti i comunicati stampa pro o contro il Sindaco in merito a questo problema, tuttavia sarebbe opportuna una maggiore chiarezza sul decorso della pandemia ad Acate, credo che la comunità ne abbia diritto e tutti smettiamola con le polemiche, o con la sapienza di essere i primi della classe. Siamo tutti nella stessa barca in piena tempesta”. Quasi sulla stessa linea, anche se non priva di critiche, l’Onorevole Vanessa Ferreri, del Movimento 5 Stelle. “Sono assolutamente d’accordo con la decisione presa dal presidente Musumeci di fare diventare Acate zona rossa- ha dichiarato l’ex deputata regionale- visti i contagi in continuo aumento e la situazione dei nostri ospedali. Ma cambiare colore non vuol dire nulla e oltre ad appellarsi alla responsabilità di ognuno, devono essere intensificati i controlli. Fare rispettare le regole e le leggi, spetta agli amministratori a alle forze dell’ordine. Il libero arbitrio non è contemplato. Ma il rimprovero a posteriori, senza aver cercato di contenere la situazione è una sorta di scarica barile insopportabile. Apprendere le notizie del nostro comune dalla stampa è insopportabile. Avere un canale diretto con gli organi amministrativi, una pagina ufficiale del comune dove poter leggere le notizie e i decreti, dove i cittadini possano fare domande e riceve le risposte in tempo reale. Avere indicazioni chiare e leggibili, aiuterebbe i cittadini acatesi a vivere questa situazione in maniera più sicura. Ognuno faccia, in maniera responsabile, la sua parte e forse tutti insieme usciremo da questa situazione”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Follow by Email
LinkedIn
Share