28 Novembre 2020

ITALREPORT

Quotidiano on-line

Acate. Settima Edizione del “Premio Gabriele Carrubba”, al Community Manager- Grafico, Giovanni Re.

3 min read

 

Salvatore Cultraro, Acate (Rg), 4 agosto 2020 .-Nulla può bloccare o annullare eventi culturali di un certo rilievo, neanche il Covid-19. Pertanto martedì 4 agosto, alle ore 18,30, presso la sala consiliare del castello dei Principi di Biscari, ad Acate, si terrà la Settima Edizione dell’ambito Premio, “Gabriele Carrubba”.  L’evento è stato istituito nel 2014 dalla famiglia, ed in modo particolare dalle figlie Maria Teresa e Ginetta, dell’illustre e compianto concittadino, il Direttore delle Poste, Gabriele Carrubba, scomparso nel mese di giugno del 2012. L’iniziativa si pone il duplice scopo di ricordare e far conoscere alle nuove generazioni la figura di questo cittadino esemplare e nel contempo omaggiare cittadini o associazioni che con il loro operato contribuiscono alla crescita sociale, culturale e civile del nostro paese sull’esempio, proprio, di Gabriele Carrubba che ha dedicato lunghissimi anni della sua vita a valorizzare Acate, secondo i ruoli che è stato chiamato a ricoprire. Il direttore Gabriele Carrubba, per le sue competenze professionali e per la sua, quasi unica, capacità di dialogo, ha rappresentato per Acate e per gli acatesi sempre un valido punto di riferimento. Indimenticabile il suo costante impegno che spaziava a trecentosessanta gradi, dalle attività sociali, culturali e religiose a quelle politico-amministrative. In passato fu più volte consigliere comunale dell’allora Partito Socialista, ricoprendo cariche amministrative di assessore, vice sindaco e nel 1994 presidente del Consiglio Comunale durante l’amministrazione Masaracchio. Negli anni ‘70 del secolo scorso diede il suo valido contributo, quale assessore alla Cultura, per la realizzazione di  opere importanti per la nostra cittadina quali, la costruzione  del plesso scolastico “Carlo Addario” di Via Neghelli, l’acquisto del castello dei Principi di Biscari e la crescita culturale, gestionale ed organizzativa della Biblioteca Civica, “Enzo Maganuco”. Un vero “uomo di altri tempi”.”Siamo arrivati alla VII Edizione del Premio- ricorda con un pizzico di orgoglio una delle due figlie del Direttore Carrubba, la scrittrice Maria Teresa- un Premio che come ogni anno onorifica delle persone che si impegnano volontariamente a rendere Acate più bella. C’è chi lo ha fatto con gli scritti e le ricerche dedicate al Paese, chi con le opere, chi portando avanti tradizioni, rispettando i sentimenti che hanno contraddistinto Gabriele Carrubba. Quest’anno tocca a Giovanni Re, Community Manager- Grafico che, pur vivendo da anni lontano da Acate, conserva un vivo e intenso interesse per il paese natale. Giovanni non ha mai smesso di partecipare alla vita attiva di Acate, ha sempre proposto cose da realizzare mettendo a disposizione le sue straordinarie doti e il suo tempo, gratuitamente”. La prima “personalità” cittadina a ricevere il prestigioso premio, “Gabriele Carrubba” è stata, nel 2014, la compianta maestra in pensione, Maria Iemmolo, seguita nel 2015 dall’insegnante in pensione nonché giornalista, Pietro Mezzasalma, nel 2016 dal professore, filosofo e poeta, Antonio Cammarana. Nel 2017, il Premio è andato all’insegnante di sostegno nonché giornalista, Salvatore Cultraro, nel 2018 all’ex sindaco Giovanni Salemi e nel 2019 all’attrice Matilde Masaracchio. Il 24 aprile 2019, è stata anche intitolata, su precisa volontà dell’Amministrazione Comunale di Acate, retta dal sindaco Giovanni Di Natale, all’ex Direttore Gabriele Carrubba una sala del settecentesco castello dei Principi di Biscari,  vecchia sede, agli inizi del secolo scorso, dell’Ufficio Poste e Telegrafi di Acate. All’interno della Sala è  stata anche collocata una artistica lapide, opera dello scultore acatese, maestro Giuseppe  Marino. Nella lapide si ricorda un eroico momento bellico risalente al 1943, che ha visto come protagonista il Direttore Carrubba, il quale in quei giorni, “svolse il coraggioso servizio di telegrafista, ricevendo e trasmettendo, nel luglio 1943, il segnale di allarme aereo a salvaguardia dell’incolumità dei suoi concittadini”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Follow by Email
LinkedIn
Share