21 Novembre 2020

ITALREPORT

Quotidiano on-line

Acate. Zona Rossa cosa si può fare e cosa no.

5 min read

Salvatore Cultraro, Acate (Rg), 21 novembre 2020.- A seguito della recente ordinanza del Presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, il sindaco di Acate,  Giovanni Di Natale, ha sintetizzato, con una nota, i principali quesiti che in questi giorni stanno assillando la comunità acatese, colta letteralmente di sorpresa dalla imprevista ordinanza. Queste alcune delle domanda più frequenti alle quali sindaco ed amministrazione comunale stanno cercando di dare risposte chiarificatrici. “E’ possibile entrare e/o uscire liberamente dal territorio del Comune di Acate? NO. E’ fatto assoluto divieto di accesso e di allontanamento dal territorio comunale, fatta eccezione per: a) comprovati motivi di lavoro; b) situazioni di necessità; c) motivi di salute. E’ sempre consentito il transito in ingresso e uscita dal territorio comunale per: a) gli operatori sanitari; b) il personale impegnato nell’assistenza alle attività inerenti l’emergenza; c) ingresso e uscita di prodotti alimentari, sanitari e di beni e/o servizi essenziali; d) garantire le attività necessarie alla cura e l’allevamento di animali, nonché per le attività imprenditoriali connesse al ciclo biologico di piante. 2. E’ possibile circolare liberamente all’interno del territorio comunale di Acate? NO E’ fatto assoluto divieto di circolare, a piedi o con veicoli, all’interno del territorio comunale, fatta eccezione per: a) comprovati motivi di lavoro; b) acquisto di generi alimentari e/o beni di prima necessità (es. acquisto farmaci); c) ragioni di natura sanitaria (es. visita medica); d) stato di necessità imprevisto e non procrastinabile; e) fruizione di servizi e/o attività non sospese (es. recarsi presso una delle attività commerciali consentite per il tempo strettamente necessario all’acquisto); f) garantire le attività necessarie alla cura e l’allevamento di animali, nonché per le attività imprenditoriali connesse al ciclo biologico di piante. 3. E’ possibile andare a scuola? NO. Sono sospese le attività scolastiche e didattiche di ogni ordine e grado. 4. E’ possibile accedere ad un ufficio comunale? NO. Sono sospese tutte le attività degli uffici comunali, ad eccezione dei servizi essenziali e di pubblica utilità (polizia municipale, protezione civile, uffici anagrafici e di stato civile, protocollo, servizi sociali, ecc.). L’accesso agli uffici che erogano servizi di pubblica utilità è consentito ad un utente per volta e solo a seguito di prenotazione. 5. Quali attività commerciali o servizi alla persona possono rimanere aperti? Sono sospese tutte le attività di commercio al dettaglio tranne, dal lunedì al sabato: a) commercio al dettaglio in esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimenti vari); b) commercio al dettaglio di prodotti surgelati, c) commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici; d) commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2), ivi inclusi gli esercizi specializzati nella vendita di sigarette elettroniche e liquidi da inalazione; e) commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati; f) commercio al dettaglio di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4); g) commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiali da costruzione (incluse ceramiche e piastrelle) in esercizi specializzati; h) commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari; i) commercio al dettaglio di macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura e per il giardinaggio; j) commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione e sistemi di sicurezza in esercizi specializzati; k) commercio al dettaglio di libri in esercizi specializzati; l) commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici; m) commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio; n) commercio al dettaglio di confezioni e calzature per bambini e neonati; o) commercio al dettaglio di biancheria personale; p) commercio al dettaglio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero in esercizi specializzati; q) commercio di autoveicoli, motocicli e relative parti ed accessori; r) commercio al dettaglio di giochi e giocattoli in esercizi specializzati; s) commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (farmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica); t) commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati u) commercio al dettaglio di cosmetici, di articoli di profumeria e di erboristeria in esercizi specializzati v) commercio al dettaglio di fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti w) commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati x) commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia y) commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento z) commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini aa) commercio al dettaglio di articoli funerari e cimiteriali bb) commercio al dettaglio ambulante di: prodotti alimentari e bevande; ortofrutticoli; ittici; carne; fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti; profumi e cosmetici; saponi, detersivi ed altri detergenti; biancheria; confezioni e calzature per bambini e neonati cc) commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, per televisione, per corrispondenza, radio, telefono dd) commercio effettuato per mezzo di distributori automatici. Possono rimanere aperti tutta la settimana, compresa la domenica: a) edicole; b) tabaccai; c) farmacie; d) parafarmacie. Possono rimane aperti dal lunedì al sabato: a) lavanderie e tintorie; b) servizi di pompe funebri e attività connesse; c) saloni di barbiere e parrucchiere. 6. Cosa succede per la ristorazione? (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) E’ sempre consentita la consegna a domicilio, sette giorni su sette. Dal lunedì al sabato è consentito l’asporto fino alle ore 22,00. E’ vietato consumare nelle adiacenze o vicinanze del locale. 7. Sono consentite le attività sportive? Sono sospese tutte le attività nei centri sportivi sia al chiuso che all’aperto. Possono allenarsi individualmente solo gli atleti che preparano competizioni nazionali ed internazionali regolarmente calendarizzate, così come individuati dalle rispettive federazioni, anche se provenienti da altri territori o da Comiso verso altre città. 8. E’ possibile svolgere attività motoria all’aperto? E’ consentita attività motoria individuale in prossimità della propria abitazione, rispettando la distanza di almeno un metro e con obbligo di utilizzo di mascherina. E’ consentita attività sportiva esclusivamente all’aperto e in forma individuale. 9. E’ possibile riunirsi nelle sedi di associazioni o club? NO. Sono sospese le attività di centri culturali, centri sociali, centri ricreativi e simili. 10. E’ possibile stazionare in gruppo in strada o altri luoghi pubblici? NO. E’ vietato in ogni luogo pubblico l’assembramento di persone. 11. Si svolgeranno i mercatini rionali di qualunque prodotto? NO. Sono sospesi tutti i mercatini rionali. Così come concertato con i Comuni di Comiso e Vittoria è in corso di emanazione apposito provvedimento di chiusura fino al 3 dicembre. 12. E’ possibile andare al cimitero? SI, a condizione del massimo rispetto di tutte le misure di sicurezza anticovid in vigore. 13. E’ possibile svolgere attività artigianali? (edilizia, idraulica, falegnameria, impiantistica elettrica e attività similari) SI. Sono consentite le attività artigianali nel rispetto delle misure di sicurezza anticovid in vigore”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Follow by Email
LinkedIn
Share