14 Ottobre 2020

ITALREPORT

Quotidiano on-line

Aiello sul piede di guerra chiede spiegazioni e riceve silenzio.

1 min read

L'On. Francesco Aiello

Vittoria. 15/01/2020 – Sul piede di guerra Francesco Aiello, l’ex sindaco e parlamentare regionale che non digerisce il silenzio assordante che “circonda” le sue richieste inviate a tutto il mondo politico e istituzionale.
Non si rassegna e va avanti come una ruspa.
<mi possono querelare, ma non mi possono impedire di parlare, io non offendo nessuno, a maggior ragione se si tratta di organi dello Stato, ma nessuno deve mettere in dubbio le mie verità. Se non sono vere, che si risponda chiaramente, se sono un elemento fuori di testa, si provveda nei termini previsti, ma voglio saperlo, voglio sapere, per esempio, tra le altre cose, perchè si nega l’esistenza del direttore generale del mercato ortofrutticolo di Vittoria, così come appare sull’articolo a firma del dottor Giordano, nel numero 123 di S-Magazine, dal titolo “Mafie e ombre”, pagine 24-29, in cui non si cita la nota contenuta a pagina 25, della relazione conclusiva della Commissione Parlamentare Antimafia, che prende atto, che in realtà, il direttore al mercato c’era stato in modo continuativo, dal 1992 al 2007.Non si capisce, e nessuno spiega, chi e perchè, lo stesso direttore, dottore Salvatore Gentile, fu allontanato dalla struttura mercatale, per essere destinato ad altro incarico>.
E mostra le carte Aiello, mostra il contenuto delle lettere inviate al presidente della Commissione e ai componenti della stessa, con cui chiede chiarimenti mai arrivati. La nota in questione risale al 18 novembre del 2019. Mostra tutti i documenti prodotti dalla Commissione, dove si legge che quanto dichiara è vero.
<cosa c’è che non va?> riprende Aiello <a chi nuoce o a chi giova non riferire le cose che sono realmente accadute e comprovate da documenti, delibere e quant’altro? E questo è uno dei punti cardini della storia del mercato> prosegue l’ex sindaco < perchè già il 13 marzo del 2019, avevo scritto al Presidente Fava, di essere ascoltato, dopo che il Commissario Dispenza, su Rai 1, all’interno della trasmissione “Uno mattina”, aveva parlato del rilascio delle concessioni dei box all’interno del mercato, asserendo che negli ultimi 40 anni di vita amministrativa, quindi anche con la mia gestione, le assegnazioni sarebbero state fatte al dì fuori di ogni regola o legittimità e mai con il sostegno di alcun bando di evidenza pubblica. Queste sono affermazioni gravissime che ledono la dignità di una città, di un popolo e di chi ha amministrato contrastando la criminalità e le agromafie>.
Uno sfogo che non riporta nulla di nuovo, ma che alza i riflettori su una Vittoria che già è sul palcoscenico nazionale, suo malgrado, per tristissimi episodi di cronaca che si verificano ormai con cadenza settimanale.
<vogliamo fare appello a tutta la gente di buona volontà, tanta, tantissima, la stragrande maggioranza, vogliamo approntare un gruppo che possa essere portavoce a Roma, della gravissima situazione in cui versa la nostra città>.

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Follow by Email
LinkedIn
Share