Accordi UE-Camerun. Il produttore Di Marco a La Via: “Ci si accorge solo adesso della necessità di rivedere determinati accordi?”

Riceviamo e pubblichiamo.

Di seguito una nota diffusa dal produttore agricolo Salvatore Di Marco che nei giorni scorsi ha incontrato presso la sua azienda l’ eurodeputato Giovanni La Via.

 “Dopo la visita nella mia azienda – scrive Di Marco –  del rappresentante del PPE, eurodeputato Giovanni La Via, apprendo dalle dichiarazioni rilasciate dallo stesso ad un giornale locale on line, la notizia della presentazione  di un’interrogazione alla Commissione Europea per rivedere gli accordi UE- Camerun al fine di inserire le clausole volte a proteggere questo comparto, come ad esempio, il blocco dell’importazione, con l’obiettivo di aiutare un settore già in difficoltà”.

“L’eurodeputato  – continua il produttore – afferma che la crisi proviene soprattutto dall’importazione dei prodotti dai Paesi extraeuropei, in particolare, dal Marocco, dall’Algeria e dalla Turchia: una concorrenza che vince sui costi e che non può competere con la qualità organolettica, la dimensione sociale e i valori che stanno dietro la nostra produzione, ossia la ricchezza vera della Sicilia (ma non per chi ci lavora!). Inoltre,dichiara che produrre un kilogrammo di ciliegino costa un euro a fronte dei 0.50/0.60 cent venduti all’ingrosso”.

“Da produttore – conclude Di Marco –  chiedo all’europarlamentare perché da parecchi anni, in crisi simili che si sono succedute, queste clausole, volte alla protezione del comparto agricolo, non sono mai state applicate? Ci si accorge solo adesso della necessità di rivedere determinati accordi? Chiedo urgente risposta, altrimenti la sua visita in Sicilia va considerata soltanto una passerella politica!”

Print Friendly, PDF & Email