Vittoria. Il Comune al fianco della Coldiretti a difesa dell’agricoltura

VITTORIA – E’ stata approvata dalla giunta comunale una delibera per esprimere la posizione critica dell’amministrazione rispetto al Ceta, il trattato di libero scambio tra Canada ed Unione Europea.

Con la delibera la giunta si impegna a “intraprendere iniziative per sollecitare i membri del Parlamento e del Governo ad impedire l’entrata in vigore nel nostro Paese del trattato Ceta arrestando il processo di ratifica dell’accordo in Italia e adottando ogni azione atta ad evitare l’eventuale applicazione, anche provvisoria, del trattato”.

L’input per la formulazione della delibera è arrivato dalla Federazione Provinciale Coldiretti di Ragusa.

“Già durante il nostro recente incontro – spiega il sindaco – avvenuto a Roma presso il Ministero dell’Agricoltura abbiamo avuto modo di illustrare ai dirigenti del dipartimento i danni causati dalla concorrenza sleale dei prodotti esteri, dalla deregolamentazione del mercato e delle frodi alimentari. Per questa ragione abbiamo fatto nostre le preoccupazioni della Coldiretti e abbiamo approvato la delibera volta a dare un segnale forte all’intero mondo politico. Il Ceta rischia di travolgere i prodotti Made in Italy più prestigiosi e di arrecare ulteriore danno alla nostra agricoltura già in gravissima crisi”.

Print Friendly