Acate. Domenica 22 tutti in piazza per l’Ambiente.

Salvatore Cultraro, Acate (Rg), 21 dicembre 2019.- Domenica 22 dicembre Acate, a partire dalle ore 19,00, scenderà in piazza per l’attesa manifestazione cittadina, “Ambiente e Legaltà”. Un evento che oltre a sensibilizzare l’opinione pubblica  sullo scempio ambientale attualmente in corso, servirà anche a ricordare e a ringraziare ulteriormente, l’impegno dell’ambientalista acatese, Riccardo Zingaro, paladino della salvaguardia ambientale, fatto oggetto, tempo fa, proprio per questo suo incondizionato impegno e per le sue denunce pubbliche, di un vile atto intimidatorio culminato con l’incendio della propria autovettura posteggiata, durante la notte, davanti la propria abitazione di via Vittorio Veneto. L’evento, che non riguarderà solo Acate ma tutta la fascia costiera che va dal ragusano a Gela, prenderà il via alle ore 19,00 dal castello dei Principi di Biscari, proseguendo, con una fiaccolata, su parte del Corso Indipendenza, fino a Piazza Matteotti dove saranno proiettati alcuni video, a dir poco sconvolgenti, ai quali faranno seguito interventi da parte delle autorità locali, civili e religiose e di attivisti e ambientalisti. Promotrice della manifestazione, l’ex deputata regionale del Movimento 5 Stelle, Vanessa Ferreri la quale da tempo si è mossa attivamente per la riuscita della manifestazione, organizzando incontri con sodalizi e scuole finalizzati ad una maggiore sensibilizzazione. “Abbiamo fatto tutto il possibile per divulgare il messaggio- ha sottolineato l’On. Ferreri- e mi auguro che resti impresso nella memoria ciò che è accaduto a Riccardo qualche settimana fa. Adesso bisogna scendere in Piazza e metterci la faccia. La piazza sarà solo l’inizio perché non è la soluzione”. “Questa manifestazione che vuole sensibilizzare al rispetto e alla cura del nostro bellissimo territorio sempre più inquinato- ha invece dichiarato la dottoressa Elisabetta Migliore, un’altra delle sostenitrici della manifestazione- è solo il primo passo di un percorso molto più lungo che tutta la comunità è chiamata a fare insieme. Ma, affinchè qualcosa cambi, bisogna mettere da parte la rassegnazione e iniziare a muoversi”. Una rassegnazione mai messa da parte dal vulcanico Riccardo Zingaro il quale da giorni lancia un accorato appello a “non restare in disparte ed a difendere il nostro territorio in quanto non c’è più tempo”.

Print Friendly, PDF & Email