Acate. “Più poteri ai sindaci per rendere operativi gli Aro”. Comunicato dell’amministrazione comunale.

Redazioen Due, Acate (Rg), 7 luglio 2017.- Prevenzione incendi e problema conferimento rifiuti urbani: questi i temi dibattuti in questi giorni e affrontati dal Sindaco, prof. Franco Raffo, in alcuni incontri a Ragusa, Gela e Catania. Nell’incontro di Ragusa, su invito di sua Ecc. il Prefetto, si è parlato prevalentemente di prevenzione degli incendi, che ogni anno affliggono le nostre campagne, con gravissime ripercussioni sull’ambiente, sul paesaggio e sulla salute. Nel pomeriggio il Sindaco si è poi trasferito a Catania, presso la facoltà di Agraria, per prendere parte ad un incontro, su invito, unitamente ai sindaci delle province di Catania, Siracusa e Ragusa, del Dirigente Regionale, ing. Cocina  per discutere della ripetuta emergenza rifiuti. “Sono anni ormai- ha sottolineato il Sindaco Raffo- che parliamo di discariche sature, inquinanti e della necessità di rivoluzionare il sistema, ormai al collasso. Parole, parole…E quando la situazione esplode, tutti latitanti! Ma, forse, qualcosa si muove. A Catania, a Gela, a Ragusa ho avuto l’impressione che c’è qualcosa di nuovo, anche per l’impegno del Dirigente regionale, ing. Cocina. La cultura della gestione dei rifiuti, portata avanti testardamente da noi, comincia a farsi strada. Finalmente si è capito che bisogna avviare percorsi virtuosi di raccolta, di conferimento e di trasformazione dei rifiuti. Io ho ripetuto che il tempo è scaduto e che bisogna dare una spallata alla politica e alla burocrazia, se ostacolano i progetti di cambiamento. Basta con gli incontri quando esplode il problema, come in questi giorni con la chiusura delle discariche e i sindaci lasciati in totale abbandono. Debbo, però, ammettere che c’è una maggiore presa di coscienza e nel corso degli incontri, con mia grande soddisfazione, ho visto autorevoli Professori di varie Università e la conferma della bontà delle mie teorie che  porto avanti con determinazione da parecchi anni: raccolta differenziata porta a porta, conferimento e trasformazione in loco. Sembra che Esperti, Ingegneri, Funzionari abbiano letto il nostro Aro e il nostro Piano Rifiuti, approvato con regolare Decreto dalla Regione. E le loro parole mi lusingano, come Rifiuti km. Zero, Conferimento e Trasformazione sul posto, con produzione di Energie rinnovabili, abbattimento dei costi e delle tasse e creazione di posti di lavoro. E, poi, la nostra proposta fortemente innovativa, la raccolta di tutti i resti dell’Agricoltura, con bonifica e salvaguardia dell’Ambiente, della Salute e vera lotta ai Tumori. Parole che hanno raccolto il plauso di tutti i presenti. Da quasi quattro anni porto avanti questa battaglia, tra mille difficoltà e aggredito con violenti attacchi politici e crocifisso. Purtroppo fino ad ora tutto è rimasto sulla carta a causa degli scarsissimi poteri conferiti ai sindaci dalle attuali leggi. Oggi Acate sarebbe un paese modello per l’intera Sicilia e non staremmo ancora a vivere il dramma delle discariche stracolme ed inquinanti e la “via crucis” della ricerca di siti, col cappello in mano. Appare chiaro che necessita una rivoluzione copernicana nella pubblica Amministrazione e nel sistema dei rifiuti, per metterci alla pari dei Paesi Civili. Ma soprattutto occorre dare poteri giusti e reali ai Sindaci, eletti direttamente dal popolo e responsabili di tutto, anche della sicurezza,  della sanità e della salute, ma con poteri Zero”.  L’impegno del Sindaco Raffo non si è fermato, però, solo agli incontri di Ragusa e Catania. Martedì 4 luglio è stato invitato a partecipare ad un incontro  presso l’ex Ludovillage di Gela alla Macchitella  sulla  “Valorizzazione energetica delle biomasse  nell’economia circolare”. Anche questo un tema di scottante attualità e di forte interesse politico.

L’Amministrazione Comunale

Print Friendly, PDF & Email