Acate. Vicolo Machiavelli: urge un intervento di bonifica.

Salvatore Cultraro. Acate (Rg), 5 agosto 2019.- Che ormai ad Acate e nella vicina frazione balneare di Marina sia da tempo emergenza rifiuti, è purtroppo un dato di fatto. Nella maggior parte dei casi le responsabilità sono da attribuire alla grande inciviltà di qualcuno che abbandona con disinvoltura rifiuti di ogni genere nelle vie cittadine, comprese quelle del centro storico, e all’ingresso della frazione balneare. Il caso che ci viene però sottoposto da alcuni residenti del luogo riguarda un vero e proprio stato di abbandono. Stiamo parlando dello strettissimo vicolo Machiavelli, o meglio, più che un vicolo, potremmo definirlo un “corridoio”, si tratta infatti della parte finale di quella che un tempo era una via cittadina. Dalla via XX Settembre alla via Gracchi, via Machiavelli può essere transitata dai pedoni e, anche se con difficoltà, da una sola autovettura. Nel tratto invece che va da via Gracchi alla via Milano, dove peraltro termina, diventa un semplice corridoio che separa le numerose abitazioni delle vie Michele Amari e  Carmelo. Il vicoletto in questione si trova da tempo in un totale stato di abbandono, pieno di rifiuti, escrementi, oggetti vari di plastica, e colombi, vivi e morti. Con conseguente proliferare di topi, scarafaggi ed atre specie di insetti. Una situazione igienicamente insostenibile dai residenti le cui abitazioni si affacciano sullo stretto corridoio, costretti a convivere con odori nauseabondi e la presenza di fastidiosi e pericolosi animali ed insetti. Urgerebbe pertanto, a seguito delle lamentele dei residenti, un’opera di bonifica da parte dell’amministrazione comunale, come avveniva, anche se sporadicamente, in passato.

Print Friendly, PDF & Email