“L’ARO: il trionfo della ragione e il coraggio del cambiamento”. Del professore Francesco Raffo, sindaco di Acate.

Acate (Rg), 12 marzo 2015.-  “I consiglieri di maggioranza hanno accettato la sfida del cambiamento, con l’approvazione dell’Atto Costitutivo della Società “Acate Servizi Ambientali”. Una rivoluzione. Dopo anni di chiacchiere dei soliti predicatori del nulla, Acate si riappropria della sua libertà di gestire direttamente la raccolta differenziata, il conferimento e il trattamento della spazzatura. Dopo l’approvazione regionale del nostro Piano Rifiuti , unico nella sua specificità in Sicilia, parte il treno della differenziata. E’ una grande sfida. Per la prima volta si tenta di coniugare la raccolta differenziata con l’utilizzo della spazzatura, per farne una risorsa. Sappiamo di essere i primi e gli unici in Sicilia, ma questo non ci spaventa. Sappiamo che la parte più difficile deve ancora venire. Sappiamo, però, che questo progetto, una volta avviato, ci collocherà fra i Comuni più moderni e civili della Sicilia e dell’Italia e avrà ricadute molto positive su tutti. Sappiamo pure che il successo dipenderà molto dalla collaborazione dei Cittadini. Infatti l’informazione e l’educazione alla raccolta differenziata sarà la prima azione. Nessun progetto può avere successo se non c’è la partecipazione attiva e responsabile di tutta la comunità. La posta in gioco è altissima: la salute di tutti, l’igiene e la pulizia del paese e del territorio, il risparmio economico, la ricaduta occupazionale. Non sarà facile, niente è facile, ma il gioco vale la candela, se le nostre iniziative vanno a favore della popolazione ( Abbiamo provato con il Depuratore della fognatura: da anni abbandonato e inquinante, oggi quasi a regime e fra pochi giorni un nuovo progetto di ampliamento per avere la garanzia al 100% di funzionamento). Nota: il gufare di qualche pseudo ambientalista o l’ululo di impenitenti politicanti non fermeranno il processo di cambiamento e di modernizzazione del nostro Paese. Confidiamo nel buon senso e nell’intelligenza dei Cittadini. Una cosa è certa: qualunque cosa  ricaveremo dai Rifiuti (Energia elettrica, Gasolio, Cherosene, Acqua e concimi, o altro), con tecnologie d’avanguardia, al primo posto metteremo il rispetto assoluto delle rigorosissime Normative Europee, la garanzia totale di salvaguardia della salute dei cittadini e dell’ambiente. Senza se e senza ma. La salute prima di ogni cosa. Su questo il nostro impegno è totale. I Demagoghi-Cianciatori di turno, i ciarlatani che non si sono mai interessati di differenziata (Acate è all’anno Zero) e non sanno nemmeno lontanamente cosa è l’ARO, sappiano che l’Anic o il Muos non hanno nulla a che vedere col nostro progetto. Studino, piuttosto che scopiazzare sciocchezze su Internet. Alla fine di questo primo lavoro, desidero ringraziare i Tecnici e i Funzionari del nostro Comune per la loro preziosa collaborazione, gli Assessori e Consiglieri di Maggioranza per l’alto senso di responsabilità dimostrato. Un ringraziamento particolare alla Dott.ssa Coscienza, Dirigente del Dipartimento Rifiuti di Palermo, e all’Arch. Musumeci, funzionario del Dipartimento, per i loro preziosi consigli e per l’ammirevole professionalità”.

 

Print Friendly, PDF & Email