Catania. Capture noise e Capture wellness due programmi di sostenibilità ambientale

Capture noise e Capture wellness: due programmi per smorzare l’inquinamento acustico su via Passo Gravina e  avviare nelle scuole dei progetti di sensibilizzazione ad una mobilità sostenibile

Catania, 27 giugno 2015 – Al via il progetto “Capture noise – Capture wellness” (Cattura il rumore-Afferra il benessere), attivato dal Comune di Catania in due programmi che tendono, l’uno ad attutire il rumore prodotto dai veicoli nella zona di via Passo Gravina alta ( i lavori inizieranno il 30 giugno) , e l’altro ad avviare, nel prossimo anno scolastico, una campagna di comunicazione per i ragazzi delle scuole media per sensibilizzarli ai temi della mobilità sostenibile.
Il progetto è stato finanziato nel suo insieme con fondi europei e, precisamente, con attraverso il PO FERS 2007-2013, linea d’intervento 6.1.3 A-F., tramite il Dipartimento dell’Ambiente della Regione Siciliana.
L’intervento di via Passo Gravina alta, viene incontro alle richieste dei residenti  residenti che patiscono il disagio causato dal rumore prodotto dall’intenso traffico veicolare della zona che supera i valori consentiti per legge: 60 db nelle ore diurne e 50 db nelle notturne. L’intervento  tende a ridurre l’inquinamento acustico, riportando  i valori in db del rumore entro il “range” consentito. I lavori, inizieranno sul tratto di cavalcavia, in direzione San Paolo, da via Passo Gravina e fino al confine con il comune di Gravina. Proseguiranno lungo il raccordo che va da via  Passo Gravina a via Due Obelischi. Gli interventi riguarderanno la fornitura e l’ istallazione di barriere in lastre fono acustiche in materiale termoplastico trasparente dello spessore di 15 mm per consentire la visibilità. A questi pannelli saranno alternati pannelli metallici fonoassorbenti, completi di telaio perimetrale in acciaio verniciato a polveri con successivo fissaggio in forno ad alta temperatura e montati su telai di acciaio fissati al suolo. Per contenere al massimo i disagi stradali l’Amministrazione ha deciso di fare i lavori nel periodo estivo e, anche, in orari notturni, per accorciare la durata dell’intervento ed evitare in tal modo la chiusura delle carreggiate. Il termine lavori, previsto entro 120 giorni, assicurerà strade libere dai cantieri con l’inizio del prossimo anno scolastico.

Print Friendly, PDF & Email