Nino Graziano Luca: Ambasciatore della catanesità nel mondo

Il presidente della Compagnia Nazionale di Danza Storica riceverà il premio Lions Awards 2015

Catania, 26 maggio 2015 – Diffondere nel panorama internazionale le eccellenze culturali e storiche della Sicilia, e di Catania in particolare, attraverso la danza, la comunicazione e la moda. È questa una delle mission principali di Nino Graziano Luca, catanese d’origine, nato a Fiumefreddo di Sicilia, e presidente della Compagnia Nazionale di Danza Storica, che in occasione dei suoi 25 anni di attività artistica, anche in tv e radio, riceverà al Teatro Ambasciatori di Catania il premio Lions Awards 2015, sabato 30 maggio, alle 19.00.
Nino Graziano Luca da sempre si è fatto portavoce del recupero dei valori e delle tradizioni della sua terra, portandola in giro per il mondo “a passo di danza”, durante straordinari eventi di portata mondiale come il Gran Ballo dell’800 a Vienna in occasione del Bicentenario dello storico Congresso, e come le esibizioni al Gran Ballo imperiale di Parigi e al Teatro dell’Opera in Russia. Tappe fondamentali della sua carriera, che hanno contribuito alla diffusione positiva dell’identità siciliana oltrepassando così i confini territoriali. Ma il nome di Nino Graziano Luca è legato anche a illustri progetti che, al contrario, hanno portato l’internazionalità in Sicilia, come quello dedicato al genio musicale di Vincenzo Bellini, celebrato proprio nella “sua” Catania con il “Gran Ballo Belliniano” al Palazzo Biscari.
“La Sicilia nelle Istituzioni, nella Cultura e nello Spettacolo – Sicilia Verso EXPO ‘15 – Global Mission Feeds Planet Earth”, è il titolo della IX edizione del “Lions Day Awards”, dove il presidente della Compagnia di Danza Storica sarà protagonista, insieme ad altri numerosi artisti e personalità siciliane di spessore che si sono distinti per aver promosso la sicilianità e la catanesità nel mondo.
Attualmente Nino Graziano Luca è impegnato anche nei maggiori mezzi di comunicazione, tv e radio, dove continua a promuovere la cultura italiana: in qualità di tutor di danze storiche è presente su Rai Due, all’interno della trasmissione “Detto Fatto” condotta da Caterina Balivo; su Rai IsoRadio (103.5 FM in tutte le venti regioni italiane) è invece alla conduzione del rotocalco “Italia On the Road”, da lui stesso definito «uno dei pochi spazi “cult” per promuovere  gli eventi culturali della penisola».
Nel ruolo di presentatore questi invece i prossimi impegni: a conferma del filo diretto che lo lega al mondo dell’arte e dello spettacolo condurrà il Premio Curcio martedì 26 maggio a Palazzo Venezia a Roma; mentre giovedì 28 maggio accompagnerà il concerto della star del Jazz Brasiliano Alfredo Paixao al Grand Hotel di Roma; lunedì 1 giugno condurrà insieme alla showgirl Matilde Brandi la XIX edizione di “Moda Movie”, il festival dei talenti della moda e del cinema, al Teatro Rendano di Cosenza.

Print Friendly, PDF & Email