Acate: Presentato al Circolo di Conversazione il Salotto Letterario “Miradero”.

Pietro Mezzasalma, Acate, 22 febbraio 2015.-  Al Circolo di Conversazione di Piazza Libertà, sabato sera 21 febbraio, è stato presentato con successo il salotto letterario “Miradero” e la rassegna “Biscari Racconta”, primo evento culturale della nuova amministrazione guidata dal presidente Salvatore Cutraro. “Miradero”, ideato da Maria Teresa Carrubba e accolto dal gruppo con entusiasmo e interesse, ha voluto presentarsi ai soci del Circolo e ai numerosi convenuti, Rosario Marzo, Elio Ferraro, Giovanni Buscemi, Salvatore Li Calzi, Carmelo Campagnolo, Vincenzo Casì, Pietro Occhipinti, offrendo delle letture ad opera degli scrittori locali. I lavori sono stati coordinati da Gino Mezzasalma e presieduti dal presidente Salvatore Cutraro, che nel suo intervento ha ribadito la volontà di rinnovare e rinvigorire la vita del prestigioso e storico sodalizio. Gli assessori Salvatore Li Calzi e Carmelo Campagnolo hanno portato i saluti dell’Amministrazione comunale e del sindaco Franco Raffo, impegnato altrove, e si sono congratulati per la significativa iniziativa culturale organizzata dai responsabili del sodalizio. Maria Teresa Carrubba, presidente di Miradero, con un passo tratto dal suo libro “All’Ombra della Vita”, ha ripercorso la vita di Biscari ai primi del Novecento; Salvatore Cultraro ha proseguito con una interessante leggenda sul tesoro nascosto nel castello dei Principi di Biscari; Gaetano Masaracchio, quindi, si è soffermato sui riti della Settimana Santa tratti da una sua pubblicazione “Acate,Antica Biscari”; Giovanni Lantino ha recitato alcune poesie in vernacolo; Antonio Cammarana ha presentato un simpatico racconto “Il Signor Capizzo”; Maria Gina Lima si è soffermata sulla “Callò’ “, una vecchia usanza carnevalesca. I vari momenti culturali hanno ricevuto consensi e applausi dai numerosi convenuti. L’intervallo musicale del pianista Vincenzo Casì e del mandolinista Pietro Occhipinti è stato molto applaudito. Maria Teresa Carrubba ha concluso la bella manifestazione con un omaggio al poeta Carlo Addario, leggendo una delle sue numerose poesie “Acate”.

 

Print Friendly, PDF & Email