Acate. “Tra naufragio e speranza” di Domenico Pisana, mercoledì 7 ottobre al Castello dei Principi di Biscari.

Redazione Due, Acate (Rg), 6 ottobre 2015.- Ancora un appuntamento culturale, mercoledì 7 ottobre, presso la sala conferenze del castello dei Principi di Biscari ad Acate. Alle ore 19,00, infatti, verrà presentata al pubblico acatese l’ultima opera poetica di Domenico Pisana, “Tra naufragio e speranza”, uscita per i tipi di Europa Edizioni di Roma a fine dicembre 2014. Un opera che, come afferma nella prefazione la professoressa Graziella Corsinovi dell’Università di Genova, si caratterizza per la sua “dimensione poematica”. L’iniziativa, fermamente voluta dal professore Orazio Sansone, organizzatore e curatore dell’evento con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Acate, rientra nell’ambito dell’edizione 2015 del “ Settembre a Biscari ”, una  serie di manifestazioni recreativo-culturali che da un ventennio, ormai, rendono ulteriormente piacevoli le miti serate autunnali. Alla presentazione del volume, che sarà coordinata dal giornalista Salvatore Cultraro, porterà il saluto il sindaco di Acate, professor Francesco Raffo, mentre il professore Orazio Sansone, docente di Lettere, illustrerà, con un intervento critico, il volume di Pisana. Nel corso della serata, oltre all’intervento dell’autore, è previsto anche un recital di poesie, curato da Giovanni Lantino, docente di Lettere, e Daniele Voi dell’Accademia Radio Televisione di Roma. “Sono vivamente grato al sindaco di Acate , Franco Raffo, nonché al professore Orazio Sansone- ha tenuto ad evidenziare  Domenico Pisana- per aver voluto inserire nell’ambito della ormai consolidata tradizione culturale del “Settembre a Biscari 2015” la presentazione di questa mia ultima opera di poesia, che rappresenta sicuramente il momento più significativo e maturo della mia storia poetica”. “Sono fermamente convinto – prosegue Pisana – che nell’attuale civiltà consumistica, nella civiltà dell’uomo robot la poesia non potrà mai essere devastata da tempeste e che resisterà al tempo. La poesia non è una entità astratta e priva di radicamento nella storia, né il frutto autocompiacente dell’esibizione di meri sentimenti; il poeta non è un ingenuo sognatore, un declamatore di cose irreali, ma un costruttore di bellezza e di civiltà. Ed è con questi sentimenti che ricevo l’onore di propormi alle persone che incontrerò nel prestigioso Castello dei Principi di Biscari di Acate, al fine di condividere con loro la mia poesia come espressione della vita, che è un continuo naufragio, ma aperta alla speranza. Spero di riuscire a far passare questo messaggio!” Domenico Pisana, docente nei Licei,  teologo morale con dottorato di ricerca in teologia morale presso la prestigiosa Accademia Alfonsiana di Roma, è originario di Modica ed è il fondatore, nonché, Presidente del “Caffè Letterario Quasimodo”, di cui è emanazione il gruppo ispicese, coordinato da Daniela Fava. In un trentennio ha affiancato ai suoi studi teologici anche studi e ricerche letterarie, svolgendo attività poetica, di scrittore, saggista e critico letterario, tenendo conferenze, presentando autori e recensendo libri di vario genere. Piuttosto consistente la sua produzione. Pisana, infatti, ha pubblicato con editori di caratura nazionale ed europea, come la San Paolo, la SEI, la Albalibri di Livorno, le Edizioni del Rinnovamento, la Inumea di Bucarest, la San Pablo di Bogotà , la casa editrice polacca 4 KP di Varsavia,   ma anche con medie e piccole case editrici. Infine va ricordato che opere teologiche e letterarie di Pisana sono state tradotte in polacco, spagnolo e rumeno, fra cui il testo “Sulla tua parola getterò le reti” ( in polacco e spagnolo)e il saggio su Quasimodo “Quel nobel venuto dal Sud”, tradotto in rumeno e presentato al Salone del Libro di Bucarest il 25 novembre del 2011. Alcune sue poesie sono state inserite in Antologie e riviste e tradotte  in inglese, greco, francese, spagnolo e tedesco.

 


Print Friendly, PDF & Email