Breve introduzione alla criminologia

Il campo della criminologia è molto vasto è complesso,  i fenomeni delittuosi riguardano tutti i cittadini, anche se sono coinvolti alcune categorie professionali come: Politici,  giudici,  giuristi,  psicologi, forze dell’ordine,  operatori sociali.

Un aiuto concreto a tali fenomeni criminali è dato da alcune scienze, oltre la criminologia; la prima di queste è il diritto penale, che definisce i reati e le pene da applicare a coloro che li commettono.  Fra le scienze criminali rientra anche il diritto penitenziario,  che ha come oggetto l’insieme delle disposizioni legislative e regolamentari che disciplinano la fase esecutiva del procedimento giudiziario penale (Ponti – Merzagora Betsos,  2008). Rientra pure tra le scienze criminali la psicologia giuridica, che applica la psicologia all’interno del mondo forense, occupandosi della persona, attore del procedimento giudiziario.

È importante fare la distinzione tra criminologia e criminalistica; la criminologia studia il crimine e vede nella società in cui esso si verifica uno dei suoi  campi d’interesse. Quindi, i suoi principali ambiti di studio sono i delitti,  i loro autori,  la reazione sociale, le vittime e la devianza.   La criminalistica,  invece, è costituita dall’insieme delle tecniche e strumenti utilizzati per l’investigazione criminale e non va confusa con la precedente (Ponti – Merzagora Betsos,  2008).

Altra distinzione da fare,  per quanto riguarda l’ambito cruminologico è quello di Criminogenesi e Criminodinamica. La criminogenesi, cerca di comprendere le motivazioni che hanno portato al delitto,  la criminodinamica ha come obiettivo la ricostruzione di come sono avvenuti i fatti.

Per quanto riguarda la verità data dalle teorie criminologiche, non esiste mai una verità assoluta,  ma una teoria dovrà sempre basarsi sul suo valore euristico, cioè: dalla capacità di stimolare ricerche,  di proporre idee nuove, di superare vecchie concezioni, per favorire il sorgere di nuove conoscenze (Ponti – Merzagora Betsos,  2008).


Bibliografia:

  • Ponti G, Merzagora Betsos I, (2008), Compendio di criminologia
  • Milano,  Raffaello Cortina Editore.

Print Friendly, PDF & Email