Cultura. Dal 3 al 5 marzo Museocity trasforma Milano in un grande museo diffuso

Milano, 23 febbraio 2017 – Promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, si svolge dal 3 al 5 marzo la prima edizione di Museocity, una manifestazione diffusa che coinvolgerà oltre 70 sedi tra musei d’arte, case museo, atelier d’artista e musei d’impresa, trasformando Milano in un grande museo diffuso con aperture straordinarie, mostre, laboratori per bambini e iniziative speciali, messe in rete in un unico programma.

“Milano vivrà per tre giorni come un grande, inconsueto Museo diffuso spalancato alla città, offrendo ai milanesi e ai visitatori la bellezza e la ricchezza delle sue collezioni artistiche e storiche – dichiara l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. Una proposta culturale resa possibile dalla straordinaria capacità della nostra città di fare rete tra tutte le sue istituzioni museali, che costituiscono uno dei fulcri sui quali poggia la leva dell’attrattività di Milano. Il percorso museale così realizzato, oltre a proporre conoscenza e approfondimento del capitale artistico-culturale di Milano, svela nuovi inediti aspetti di alcuni suoi tesori”.

Per realizzare e coordinare questa prima grande edizione è nata nel maggio scorso l’associazione senza scopo di lucro “Museocity”, di cui fanno parte Paolo Biscottini, Gemma Chiesa Sena, Luigi Corbani, Gherarda Guastalla Lucchini, Fulvio Irace, Maria Grazia Mazzocchi, Silvia Sardi Pacces, Stefano Zuffi e Annalisa Zanni: nove “cercatori” dei tesori di Milano che hanno il comune obiettivo di diffondere sempre più la conoscenza del grande patrimonio culturale della metropoli lombarda.

“Museocity è un atto di amore verso Milano, una scommessa proiettata verso il futuro, perché siamo convinti che il rinascimento che la nostra città sta vivendo non possa prescindere dalla cultura. I musei di Milano sono la testimonianza più bella della storia di questa città che da sempre guarda in avanti senza dimenticare le proprie radici. Valorizzare questa ricchezza significa dare nuove ali alla nostra metropoli”, dichiara la presidente dell’Associazione Museocity Gherarda Guastalla Lucchini.

Il logo dell’associazione, disegnato e donato dall’architetto e designer Italo Lupi, accoglierà i visitatori all’ingresso di ogni sede coinvolta, grazie ad una segnaletica orizzontale. (Logo allegato in jpg).

Molte le iniziative “in rete” pensate e realizzate per questa prima edizione, all’interno del palinsesto di Museocity:

1. “Domenica al Museo”. Tutti i musei civici e statali saranno gratuiti il 5 marzo 2017, prima domenica del mese.

2. “Il Museo segreto”. All’interno di Museocity, sempre dal 3 al 5 marzo, il Comune di Milano e l’Associazione Museocity hanno promosso “Il Museo Segreto”, l’iniziativa curata da Gemma Chiesa Sena, Fulvio Irace e Annalisa Zanni che vede il coinvolgimento di più di 60 musei – civici, nazionali, privati e d’impresa della Grande Milano -, ognuno dei quali esporrà un’opera delle proprie collezioni poco nota, di recente acquisizione o che merita di essere “riscoperta”. Per l’occasione, ciascun museo ha scelto opere di grande pregio artistico, culturale e storico. Ogni opera è illustrata su una scheda, opera dei curatori dei vari musei, che ne disegna le caratteristiche storico-artistiche e collezionistiche, spesso con notizie inedite o curiose. Le schede, corredate da una fotografia dell’opera, saranno gratuitamente a disposizione del pubblico in ogni museo. (Schede allegate in pdf). L’alternanza di grandi musei d’arte, musei scientifici, musei d’impresa, case-museo e musei sportivi, consente percorsi diversi che spaziano dalle grandi pale d’altare al design delle macchine per caffè, dai trofei calcistici a preziosi oggetti di arte decorativa carichi di storia, dalle collezioni di rare conchiglie alle fotografie d’autore, ai bozzetti teatrali e alle opere di design, solo per indicare alcuni dei temi proposti.

(In allegato la mappa della città con l’indicazione dei musei aderenti a “Il Museo Segreto” e dell’opera prescelta – grafica di Alice Fada e Laura Faraci)

3. “Muse a Milano. Accoppiamenti giudiziosi” è il titolo della mostra multimediale curata da Paolo Biscottini, Fulvio Irace e Stefano Zuffi, che sarà ospitata dal 5 marzo al 1° maggio nella Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale. Le nove Muse, simbolo della creatività, guideranno i visitatori nei luoghi dell’arte di Milano, invitandoli a seguirle in un percorso di emozioni fra tante immagini di opere milanesi. L’allestimento è di Attilio Stocchi. La mostra è a ingresso gratuito.

4. “Storie Milanesi un unico racconto” è il titolo dell’iniziativa promossa dalla Fondazione Pini e curata da Rosanna Pavoni che vede protagoniste, in una narrazione inedita e corale alla scoperta di Milano, le 15 case museo, atelier d’artista, studi di architetti e designer che fanno parte del circuito di “Storie Milanesi”. Per la prima volta ciascuna sede coinvolta scambierà con un’altra del circuito un’opera o un oggetto, svelando nuove suggestioni, storie e aneddoti. Ciascun oggetto sarà raccontato con lo sguardo particolare del “padrone di casa” ospitante, creando così un racconto inedito della città di Milano. Un dialogo che coinvolge Fondazione Adolfo Pini, Casa Museo Boschi di Stefano, Museo Bagatti Valsecchi, Casa del Manzoni, Villa Necchi Campiglio, Museo Poldi Pezzoli, Centro Artistico Alik Cavaliere, Fondazione Corrente Studio Treccani, Associazione Amici di Lalla Romano, Studio Mario Negri, Museo Francesco Messina, Fondazione Vico Magistretti, Fondazione Franco Albini, Fondazione Achille Castiglioni, Spazio Tadini.

5. “Musei d’impresa”. L’Associazione Italiana Archivi e Musei d’Impresa, che riunisce musei e archivi di grandi, medie e piccole imprese italiane, è il partner di Museocity in questa prima edizione. Il suo patrimonio di oggetti e documenti, conservati in spazi non sempre aperti al pubblico, racconta storie inedite che parlano di persone, lavoro, cultura e innovazione. I musei d’impresa aderenti all’Associazione che apriranno le loro porte alla città sono: Collezione Branca, Fondazione Pirelli, Galleria Campari, Kartell Museum, MUMAC – Museo della Macchina per Caffè, Museo Molteni, Museo Mondo Milan @Casa Milan, Museo Zambon, Officina Rancilio 1926.

Partecipa a Museocity anche il Museo Storico dell’Alfa Romeo.

6. “Museokids”. Nella tre giorni di Museocity sono previsti molti laboratori per bambini e famiglie organizzati nei vari musei aderenti, anche in collaborazione con la rete “Il mio Amico Museo”.

Oltre ai programmi di cui sopra, Museocity propone anche molte altre iniziative ed aventi speciali:

Venerdì 3 alle ore 18.30, presso la Sala del Grechetto della Biblioteca Sormani, si terrà l’incontro aperto al pubblico dal titolo “Presentazione pubblica Art Bonus”, con Filippo Del Corno, assessore alla Cultura, e Paola Bocci, presidente della Commissione Cultura. A seguire, visita guidata della Sala del Grechetto – il cui restauro è uno dei progetti interessati dall’Art Bonus insieme a quello della Sala delle Asse – a cura dello storico dell’arte Stefano Zuffi. Sabato 4, alle ore 10, 12, 14 e 16.30, sono in programma altre visite guidate alla sala del Grechetto.
Sabato 4, alle ore 10, l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno dà il via, nella Sala Conferenze di Palazzo Reale, alla Tavola Rotonda dal titolo “Milano Città dei Musei”, promossa congiuntamente dall’associazione Museocity e dal Distretto 2041 del Rotary, nel ciclo di incontri “Milano. Identità e futuro”: un appuntamento pubblico coordinato da Stefano Zuffi in cui i principali protagonisti della scena culturale milanese racconteranno le attività del proprio museo, in uno scenario di straordinario dinamismo culturale.
Domenica 5 alle 16.30 al PAC si terrà un incontro tematico sui Sette Savi di Fausto Melotti, occasione unica per conoscere una tra le opere più affascinanti del Novecento italiano.

Print Friendly, PDF & Email