Gli studenti iblei e la poesia: in 615 partecipano alla VIII Edizione del Premio “La terra impareggiabile”

Il prossimo 21 maggio la premiazione al Teatro Garibaldi

MODICA – Il Caffè Letterario Quasimodo di Modica, che ha aperto le sue porte alle scuole della provincia di Ragusa con l’organizzazione della VIII^ Edizione del Premio di Poesia Quasimodo “La terra impareggiabile”, è a lavoro per la scelta dei finalisti e dei vincitori.
L’iniziativa, che rientra nell’ambito delle attività culturali programmate per la stagione culturale 2015/2016, è stata riservata agli studenti della scuola primaria, medie inferiori e superiori della provincia di Ragusa ed è stata patrocinata dall’assessorato alla cultura del Comune Modica.
Il premio è diviso in tre sezioni secondo gli ordini di scuola. Sono complessivamente 615 gli studenti che hanno partecipato da Scuole ed Istituti di Modica, Scicli, Ispica, Pozzallo, Ragusa, Acate, Giarratana, Chiaramonte, Monterosso e Santa Croce Camerina, con poesie in dialetto e in lingua dedicate alle loro città e alla terra iblea, al paesaggio e alle tradizioni, dando risalto ad aspetti propri del nostro territorio , mentre altre si sono ispirate a tematiche libere.
Tre i Premi speciali che verranno assegnati: uno in memoria del giornalista “Giorgio Buscema”, sul tema della tradizioni popolari e religiose negli iblei; il secondo, sul tema della solidarietà, in memoria di “Grazia Minicuccio”, la cui associazione opera nel campo della solidarietà ed è gemellata con la Diocesi africana di Butembo; e il terzo in memoria del Magistrato “Michele Palazzolo”, recentemente scomparso, e che svolgeva la sua attività nel Tribunale di Ragusa.
Le tre giurie sono al lavoro per scegliere i finalisti per ogni sezione, come da regolamento del Concorso, e i vincitori dei tre Premi speciali. La consegna dei premi avverrà nel corso di una Cerimonia in programma il prossimo 21 maggio, alle ore 17,30, presso il Teatro Garibaldi di Modica , alla presenza di Autorità politiche, civili , militari e religiose.
“ Questa VIII Edizione – afferma il Presidente del Caffè Quasimodo, Domenico Pisana, è stata la più partecipata in assoluto rispetto agli anni passati, dove ci eravamo attestati su cifre tra i 300 e i 450 studenti; ci fa piacere che ciò sia avvenuto proprio nell’anno delle manifestazioni dedicate al decennale di fondazione del nostro circolo culturale.
Come per le edizioni precedenti, gli obiettivi del Premio sono stati chiari ed essenziali: suscitare nei giovani un approccio poetico alle loro città in tutte le varie articolazioni paesaggistiche, barocche, enogastronomiche, folkloristiche, monumentali, artistiche e religiose mediante la produzione di testi poetici sia in lingua che in dialetto; far emergere e sviluppare le potenzialità poetiche degli studenti mediante la composizione di poesie centrate su tematiche esistenziali e sociali e su argomenti a tema libero; favorire un’interazione tra Scuola , territorio e cultura locale al fine di determinare una valorizzazione delle risorse culturali del territorio; suscitare una riflessione attorni a temi sociali importanti come la solidarietà, la legalità e il valore della giustizia”.

Print Friendly, PDF & Email