L’Archeologo Di Stefano direttore della Missione Italiana a Cartagine fino al 2021

Importante incarico a Giovanni Di Stefano, archeologo ragusano riconfermato Direttore della Missione Archeologica Italiana a Cartagine, fino al 2021.

La notizia è stata diffusa dal Direttore dell’Istituto Nazionale del Patrimonio di Tunisi, ma Mahfoudh Fawzi, e dal Dott. Hamden Ben Romdan che hanno informato l’Ambasciata Italiana in Tunisia. L’Acheologo Di Stefano, Prof. di Archeologia all’Università della Calabria continuerà a dirigere gli scavi a Cartagine con l’incarico di effettuare ricerche nell’area dell’anfiteatro di Cartagine.

I primi ad esprimere apprezzamenti per la riconferma della direzione della Missione a Di Stefano sono stati il Direttore del Dipartimento di Scienze Umanistiche Prof. Perrelli, il decano degli archeologi dell’Università della Calabria Prof. Roma e il consulente scientifico del Ministero della Cultura tunisina Dott. Hamed Gadhoum.

L’equipe di ricerca di Di Stefano è stata la prima ad effettuare ricerche a Cartagine dopo la rivoluzione “dei gelsomini”. “Stiamo avviando un importante progetto di ricerca a Cartagine – ha dichiarato Di Stefano – in un luogo, qual’è l’anfiteatro, strategico per l’urbanistica dell’antica città capitale dell’Africa romana”.

 

Print Friendly, PDF & Email