Mafia, Leoluca Orlando commemora morte giudice Rosario Livatino

Palermo, 21 settembre 2014 – Il presidente dell’Anci siciliana e sindaco di Palermo Leoluca Orlando ricorda la figura del giovane magistrato Rosario Livatino assassinato 24 anni fa da sicari della “stidda” agrigentina. “Quel giovane magistrato, che non aveva ancora compiuto 38 anni, pagò con la vita – sottolinea Orlando – la sua attività di magistrato contro la corruzione e per la confisca dei beni mafiosi. Gli assassini, dimostrando anche in quella occasione la viltà che contraddistingue i delitti mafiosi, colpirono Rosario Livatino fuori città, mentre si stava recando senza scorta in Tribunale. Il suo nome resta nella nostra memoria come uno dei Giusti che in quegli anni bui si sacrificarono per l’affermazione della giustizia e dei diritti di tutti i siciliani”.

Print Friendly, PDF & Email