Messina, I 100 passi delle scuole: i progetti del patto territoriale 2014/2015 illustrati stamani a palazzo Zanca dall’assessore Panarello

Messina, 26 settembre 2014 – L’assessore alla Pubblica istruzione, Patrizia Panarello, ha illustrato stamani, nel corso di un incontro con i dirigenti scolastici ed i referenti dei progetti, i programmi relativi al Patto Territoriale 2014/2015 denominati “I 100 passi delle scuole”. “Abbiamo raccolto con soddisfazione le adesioni di tutti gli Istituti Comprensivi della città – ha evidenziato l’assessore Panarello – alcuni dei quali hanno espresso la volontà di essere capofila in uno o più progetti. I percorsi realizzati saranno trasformati da esperti in un cortometraggio che illustrerà, a fine anno, i tratti più salienti dei passi che le scuole cittadine hanno scelto. Obiettivo primario è proporre attività di conoscenza ed approfondimento rivolte ai giovani con grande attenzione per gli studenti, creando una rete cittadina scolastica al fine di rafforzare il senso di identità verso un luogo fisico, il territorio in cui viviamo inteso – ha concluso l’assessore – come bene comune per un’ideale di città sostenibile a cui rivolgiamo i nostri sforzi educativi”. “I 100 passi delle scuole” si articoleranno in quattro aree tematiche: cultura, legalità, ambiente, salute e nuovi stili di vita, pari opportunità. Ogni ambito equivale a dei passi per un totale di cento passi che le scuole compiranno insieme durante l’anno, ognuna con le proprie specificità. Alcuni percorsi saranno realizzati dai singoli istituti scolastici a livello individuale, altri serviranno a metterli in rete, altri ancora daranno l’opportunità di confrontarsi con iniziative di rilevanza nazionale, europea o internazionale. In particolare, per il settore “cultura”, sono previsti un totale di 20 passi distribuiti per i seguenti progetti: rassegna di musica; concorso di arte; la festa di carnevale; la notte della cultura; gita di fine anno; concorso Colapesce; primo forum nazionale delle scuole aperte; la scuola adotta un monumento; scuola sociale di teatro; nati per leggere; staffetta di scrittura creativa. Settore “legalità”, 21 passi per: lettura a scuola di testi sulla legalità; premio letterario “Vincenzo Consolo”; incontri di formazione alla legalità; visione al cinema del film: I cento passi; facciamo un pacco alla camorra; cortometraggio “Anch’io pago chi non paga”; giornata in ricordo delle vittime di mafia. Settore ambiente, salute e nuovi stili di vita, 35 passi per: educazione stradale; pompieropoli – progetto sicurezza; formazione sanitaria a scuola – PBLSD; percorso di educazione ambientale; partecipazione a progetti ambientali; partecipazione alla giornata dell’acqua, il 22 marzo 2015; settimana dell’Unesco allo sviluppo sostenibile, dal 24 al 30 novembre prossimo; settimana europea per la riduzione dei rifiuti dal 22 al 30 novembre; progetto “Riduco, Riuso, Riciclo, Recupero”; la festa della Primavera; progetto europeo “Lifemipp” sulla biodiversità; concorso di disegno “Comix” risveglia la tua coscienza ecologica; visione al cinema del film “Home”; educazione alimentare e al movimento: AMREFF – Link to school – il diritto al cibo e a una corretta alimentazione; pedibus; prevenzione alle dipendenze, lettura a scuola di testi su temi ambientali. Settore pari opportunità, un totale di 24 passi per progetti relativi ad incontri di formazione alle pari opportunità; toponomastica femminile; l’educazione alla non-violenza: contro il bullismo; date importanti da celebrare, le diverse abilità; lettura a scuola di testi sulle pari opportunità. Il primo passo sarà l’inaugurazione dell’anno scolastico previsto il 22 ottobre al Teatro Vittorio Emanuele. Alla cerimonia, che si svolgerà alla presenza del sindaco, Renato Accorinti, prenderanno parte gli assessori alla pubblica istruzione dei comuni di Messina e Palermo, Patrizia Panarello, e Barbara Evola; e Francuccio Gesualdi, allievo di don Milani e fondatore del “consumo critico” in Italia. L’ultimo passo sarà un incontro di fine anno, a Villa Dante, con la premiazione delle categorie dei concorsi in gara, un piccolo concerto e la festa dello sport.

Print Friendly, PDF & Email