Modica. La poesia del poeta-filosofo romano, Maurizio Soldini, aprirà la stagione culturale del Caffè Quasimodo

MODICA – Prenderà il via a Modica il prossimo 15 ottobre, alle ore 17,30 al Palazzo della Cultura, la XI stagione culturale 2016-2017 del Caffè Letterario Quasimodo, che si snoderà in 16 appuntamenti, i cosiddetti “sabati letterari” , distribuiti da ottobre a maggio 2016. Sono anche previsti appuntamenti a Ispica, ove i sabati letterari sono alla VI edizione.
Sarà il poeta-filosofo romano, Maurizio Soldini , ad aprire la stagione con un intervento sul tema “La crisi della poesia nel XXI secolo: che fare e per quale poesia”, cui seguirà una conversazione con l’Autore sulla sua attività poetica, a cura del Presidente del Caffè Quasimodo, Domenico Pisana. La serata vedrà la lettura di testi poetici di Soldini da parte degli attori della Compagnia teatrale “Hobby ‘Actors”, Daniele Cannata e Ornella Fratantonio, e sarà arricchita da intermezzi musicali del giovane talento di Comiso, il pianista Ruben Micieli che, oltre a numerosi riconoscimenti internazionali, a giugno 2014 ha partecipato al Concorso Internazionale Maria Giubilei di Sansepolcro (AR) vincendo 3 borse di studio: borsa di studio per frequentare la Summer Academy presso la University of Salzburg nel luglio 2014, Premio per la migliore interpretazione di un pezzo romantico con borsa studio e recital presso l’Accademia di Coimbra in Portogallo. Ha anche frequentato l’ Accademia Internacional de Musica “Aquiles Delle Vigne” a Coimbra(Portogallo).
“Anche quest’anno – spiega Domenico Pisana – abbiamo messo in cantiere questa XI stagione culturale, la quale rappresenta, dopo la celebrazione del decennale dello scorso anno, la prosecuzione di una testimonianza di impegno civile e culturale a favore del territorio, ove ci piace fare della cultura una ‘espressione di vita’ che unisce esperienze e identità in un’ottica di inclusione. In questi anni il Caffè Letterario Quasimodo ha operato con questa filosofia di fondo perché ritiene che la cultura debba connotarsi come ‘spazio di senso’, come luogo nel quale si possono incrociare esperienze, sentimenti, riflessioni e idealità in grado di contribuire alla costruzione del tessuto relazionale del nostro tempo”.
Il poeta Maurizio Soldini è nato a Roma, dove vive e lavora. Medico, filosofo e poeta, insegna Bioetica e svolge l’attività di clinico medico presso l’Università “La Sapienza” – di Roma. Collabora con Riviste e quotidiani, in particolare ha collaborato come editorialista con il quotidiano Il Messaggero e con il quotidiano Avvenire. Oltre a numerose opere di carattere filosofico e di argomenti di bioetica, ha pubblicato le seguenti raccolte di versi: Frammenti di un corpo e di un’anima (2006), In controluce ( 2009), Uomo. Poemetto di bioetica ( 2010), La porta sul mondo ( 2011) e Solo per lei. Effemeridi baciate dal sole ( 2013).
Si sono occupati della sua poesia, tra gli altri, Giorgio Barberi Squarotti, Carmelo Consoli, Giuseppe Conte, Salvatore Maurizio Cucchi, Giorgio Linguaglossa, Dante Maffia, Valerio Magrelli, Eugenio Montale, Roberto Mussapi, Paolo Ruffilli.

Print Friendly, PDF & Email