Qualcosa di nobile rimasto dal BdS: “il Club Plein Air BdS”

Cosa resta del glorioso Banco di Sicilia?
Nel 1849 è nato e nel 2010 è stato incorporato in Unicredit SpA che nella nostra Regione continua ad avvalersi del logo BdS.

Ma oltre a ciò notiamo che esistono strutture che continuano a richiamarsi alla storica e prestigiosa Azienda di Credito che negli ultimi decenni aveva assunto una presenza internazionale.

Oggi faremo riferimento ad un club che continua a dimostrare il proprio affetto nei confronti della defunta Azienda di Credito ed infatti continua a richiamarsi ad essa nella propria denominazione.

Si tratta del Club Plein Air BdS, associazione che riunisce i camperisti, i roulottisti e gli amanti del turismo all’aria aperta dell’ex Banco di Sicilia e dei loro amici.

Questa associazione nata nel 1992 per volontà di alcuni soci del Cral BdS di Palermo e che erano accomunati dalla passione per i viaggi itineranti decisero di associarsi  fondando una sezione del Cral dedicata al piacere di viaggiare.

Infatti gli obiettivi prefissati erano e rimangono:

realizzare viaggi, gite e altre iniziative a carattere culturale per i propri soci, con particolare riferimento all”incontro fra culture diverse e nel massimo rispetto dell”ambiente;
gestire i rapporti con analoghe associazioni in sede nazionale ed europea;
promuovere, d’intesa con Enti locali e Pro-Loco, il turismo pleinair ed eco-compatibile nell”Isola.

Il Club Plein Air BdS, unica fra tutte le associazioni italiane di camperisti, è entrato a far parte nel 2003 dell’A.I.T.R. – Associazione Italiana Turismo Responsabile, che riunisce – oltre a Legambiente, WWF, CTS, ecc., tutte le associazioni che promuovono il turismo etico, solidale e rispettoso dell”ambiente e di ogni cultura sociale.

Non si spiegherebbe altrimenti il motto dell’associazione: “INSIEME PER L’AMICIZIA, CITTADINI DEL MONDO, AMBASCIATORI DI PACE”. Il significato di queste parole, infatti, è strettamente connesso con la filosofia del Club, il cui obiettivo non è il “tesseramento” di soci, ma l’unione di persone che attraverso il comune obiettivo del plein air si riconoscano innanzitutto come sinceri amici all’interno dell’associazione e creino le basi per un dialogo d’amicizia con altri camperisti e con tutte le persone (di tutte le razze, culture e religioni) con cui entrano in contatto.

Veri e propri cittadini del mondo sono infatti i soci del Club Plein Air BdS nei loro viaggi che li hanno proiettati in tutte le nazioni raggiungibili via terra o via mare con i loro mezzi, da Capo Nord al Sahara, dal Mar Nero all’Atlantico al Baltico, oltre che negli Stati Uniti e in Australia. Per la volontà di dialogo e di reciproca conoscenza con le popolazioni con cui man mano entrano in contatto, i soci del Club amano quindi definirsi ambasciatori di pace.

Fra i progetti di collaborazione con gli Enti Locali, degni di menzione sono in particolare quello relativo alla proposta di Legge Regionale sul turismo itinerante presentata nel 2002 all”Assessore al Turismo della Regione Sicilia, e il progetto “Comuni del pleinair in Sicilia”, con il quale – in accordo con la sezione regionale dell”ANCI – si sono poste le basi per la realizzazione di aree di parcheggio attrezzate nei Comuni dell’Isola per uno sviluppo eco-compatibile di questa forma di turismo e per la promozione di itinerari turistici che coinvolgano anche centri e comprensori non legati al turismo di massa.

Altrettanto interessanti le iniziative collaterali man mano varate a livello editoriale, come la redazione di un bimestrale per i propri soci (“IL CLUB”) e la gestione di un ricco sito Internet con sezioni sulla filosofia del pleinair, sulla Sicilia, sui progetti attivati dall”associazione e sulla vita associativa del sodalizio.

Il Club Plein Air BdS, che ha soci in tutt’Italia, ha la sua sede centrale presso il Circolo del Banco di Sicilia di Palermo.

Presidente del predetto Club è il Dott. Maurizio Karra,
55 anni, di Palermo, sposato con Mimma Ferrante (giornalista) e padre di Roberto (psicologo) e Marcello (ingegnere), è entrato nel 1981 al Banco di Sicilia dove si è occupato in particolare di selezione, formazione e organizzazione del personale e dove successivamente, per oltre 15 anni, ha curato il settore della comunicazione commerciale. Da novembre 2010 si occupa delle relazione con gli enti religiosi della Sicilia per la Direzione Sicilia di Unicredit. Studioso di antropologia, storia, arte e archeologia, giornalista pubblicista, ha sempre visto il camper come il mezzo ideale per entrare in contatto con le culture di popoli diversi. La prima esperienza da camperista risale all’anno 1983 e da allora ha girato in lungo e in largo tutta l’Europa e i Paesi del bacino del Mediterraneo, da Capo Nord al Sahara. Socio fondatore del Club Plein Air BdS e presidente del sodalizio fin dalla sua nascita, oltre ad essere il responsabile editoriale del bimestrale “IL CLUB” e del sito web, collabora da oltre 30 anni con articoli, reportage e servizi fotografici con quotidiani e periodici e, in particolare, insieme alla moglie Mimma, da circa 15 anni, al mensile “AutoCaravan”. E’ inoltre autore o coautore di alcuni volumi sulla Sicilia come “Sicilia tesori nascosti”, “About Palermo” e “Alla scoperta di Palermo”.

Nei giorni scorsi, come di consuetudine, presso i locali del Cral Unicredit BdS di Palermo si è svolta l’assemblea annuale dei soci e dei simpatizzanti ai quali è stato omaggiato il calendario per il 2015.

Inoltre è stato presentato un volume dal titolo:  “latitudini d’autore”. Da quello che abbiamo personalmente constatato il volume contiene  materiale fotografico istantaneo ma sicuramente pregiato perché si tratta di foto scattate nei vari continenti dal 2001 al 2014 e come leggiamo nella parte conclusiva della presentazione curata da  Mimma Ferrante e Maurizio Karra “LATITUDINI D’AUTORE”, contiene:  “Una grande raccolta di immagini itineranti: parecchie analogiche, alcune delle quali ormai sbiadite perchè “scansionate” dalla stampa su carta -unico processo possibile negli ormai remoti primi anni di pubblicazione del calendario- insieme alle ultime nuovissime e perfette immagini digitali ad alta risoluzione. E’ il volume che in un’epoca di cloud, tablet e smartphone, dove è sempre più difficile trovare chi stampa foto su carta e chi le assembla in un album fotografico tradizionale, vorremmo che questo volume cartaceo – magari per qualcuno anche un po’ demodé – ci aiutasse a dipanare le emozioni e i ricordi che tanti anni vissuti insieme ci hanno regalato, cambiando sicuramente, e speriamo in meglio, la nostra vita e la nostra voglia di viaggiare”.

Il volume in esame è stato omaggiato ai soci del club e rivolgendosi al Club chiunque può acquistarlo ed il ricavato? Anche ciò il Club dimostra profonda nobiltà d’animo poiché sarà devoluto in beneficenza per il progetto “adozioni a distanza.storia001karra

Print Friendly, PDF & Email