Torna l’appuntamento con le antiche Camelie della Lucchesia

Torna puntuale l’appuntamento con la Mostra “Antiche Camelie della Lucchesia”, giunta ormai alla sua XXVII edizione. Un richiamo irresistibile per pollici verdi e amanti della vita open air attesi a Pieve e Sant’Andrea di Compito nei weekend del 5-6, 12-13, 19-20 marzo.

Al centro della scena saranno come sempre le camelie. Tra i must da non perdere la mostra scientifica del fiore reciso, le piante secolari racchiuse tra le mura di imponenti ville storiche, eccezionalmente aperte al pubblico, la piantagione di tè dell’Antica Chiusa Borrini, unica in Italia, e il celebre Camelieto, area di 7250 metri quadrati in cui vengono conservati circa 1000 esemplari, di cui 750 cultivar, provenienti da tutto il mondo.

Uno degli eventi più attesi che porranno sotto i riflettori il Camellietum Compitese sarà la cerimonia ufficiale per il conferimento dell’ambita qualifica di “Giardino di Eccellenza”. Il titolo, che solo pochissime realtà in tutto il mondo possono vantare, sarà attribuito sabato 12 marzo, alle ore 15.30. Per l’occasione, saranno presenti alcuni rappresentanti delle istituzioni, tra cui l’assessore all’agricoltura della Regione Toscana, Marco Remaschi, i membri della Società Italiana della Camelia e dell’International Camellia Society.

Il Giappone si riconferma tra i grandi protagonisti della manifestazione. Tante le curiosità da scoprire e i sapori da gustare grazie alla presenza di delegazioni provenienti dal Paese del Sol Levante, i quali offriranno ai visitatori degustazioni di tè nipponici, l’opportunità di ammirare abiti e oggetti tradizionali e la possibilità di partecipare alla suggestiva cerimonia del tè. Ci sarà anche la musica a evocare atmosfere orientali: sabato 12 marzo, alle ore 17, la parrocchia di Sant’Andrea di Compito ospiterà il concerto “Cartoline pucciniane: Madame Butterfly”, realizzato in collaborazione con la Fondazione Giacomo Puccini.

Quello pucciniano non sarà che uno dei molti momenti musicali dal vivo che faranno da colonna sonora alla Mostra. A esibirsi nel Borgo delle Camelie saranno infatti anche artisti del Laboratorio Musicale La Rondine, della Civica Scuola di Musica, della Filarmonica G. Puccini e del gruppo La Dama e l’Unicorno.

Oltre alla musica, anche le arti figurative e floreali avranno la loro parte. Pennelli e tavolozza alla mano per “L’acqua, elemento vitale del Borgo delle Camelie”, ex tempore di pittura dedicata a Vincenzo Muscatello in programma per il 12, 13 e 19 marzo (per informazioni e iscrizioni è possibile chiamare i numeri 0583 977188, 366 2796749 o scrivere a info@camelielucchesia.it).

Ancora quadri, ma questa volta da ammirare, alla Villa Torregrossa, location dell’esposizione di acquerelli di Vittorio Campetti. Saranno invece fotografiche le opere esposte nella Chiesa di Sant’Andrea: in mostra gli scatti raccolti dal Centro Fotografico Compitese, al centro dell’esposizione “Paesaggi toscani”. Non pittorica, ma floreale, sarà invece l’arte a cui daranno forma e voce Garden Club Lucca e Siaf, new entry del 2016 che proporranno work shop creativi per tutti i gusti e le età.

A completare il quadro, rendendo ancora più gustosa e piacevole la visita al Borgo delle Camelie, saranno le numerose occasioni dedicate al palato. Sfiziose le degustazioni a chilometro zero in programma, da quelle di olio, vino e prodotti biologici presso Villa Orsi e il Frantoio La Visona, ai tè offerti in Villa Giovannetti. Colazioni, pranzi e cene con prodotti tipici saranno invece preparati da “Alla buona”, il bar ristorante del Ccc.

La Mostra resterà aperta dalle ore 10 alle ore 18. Per l’intera durata della manifestazione, sarà disponibile un servizio navetta gratuito per raggiungere il Borgo delle Camelie, con partenza dal parcheggio del Frantoio Sociale del Compitese (Via di Tiglio, 609).

Print Friendly, PDF & Email