Tortorici e la Cultura. Venerdì 21 agosto presentazione del libro: “La Badante” di Matteo Collura

Tortorici e la Cultura. Venerdì 21 agosto presentazione del libro “La badante” di Matteo Collura

Anche quest’anno il Centro di Storia Patria di Tortorici, importante Città dei Nebrodi, si distingue per iniziative di carattere culturale.

Venerdì 21 agosto, infatti, in collaborazione con la Casa Editrice di Milano presso la Chiesa ‘Batia’ sarà presentato il libro “La Badante” il cui autore è il noto giornalista Matteo Collura.

BIOGRAFIA DELL’AUTORE
Nato ad Agrigento nel 1945, Matteo Collura, dopo un’esperienza giovanile di pittore si dedica alla professione giornalistica con incarichi importanti di Redattore al Giornale di Sicilia dal 1970 al 1976 e al Giornale L’Ora dal 1976 al 1977. Subito dopo trasferisce a Milano e collabora con il Corriere della Sera con il ruolo di redattore della sezione Cultura.

E’ biografo ufficiale di Leonardo Sciascia, di cui è stato intimo amico.

Tante sono state le biografie pubblicate e in particolare ne citiamo alcune: “Il maestro di Regalpietra. Vita di Leonardo Sciascia” (1996), “Omaggio a Sciascia” (1999), “Leonardo Sciascia la memoria, il futuro” (1999).
Nel 2002 pubblica “Alfabeto eretico. Da Abbondio a Zolfo: 50 voci dall’opera di Sciascia per capire la Sicilia e il mondo d’oggi”, un saggio che è stato ripubblicato alcuni anni dopo, in occasione del ventennale della scomparsa dello scrittore, con il titolo modificato “Alfabeto Sciascia” (2009), Cefalù (Sciascia 2012) realizzato assieme a Angeli Pitrone. Infine: Sicilia. La fabbrica del mito (2013).

All’appuntamento fissato per le ore 18 parteciperanno Donne e Uomini di Tortorici e d’intorni interessati alla Cultura.
Il programma diffuso dagli Organizzatori prevede:

Ore 18 Saluti del Presidente del Centro di Storia Patria e delle Autorità
Ore 18,15 Proiezione di un breve video e lettura di una pagina del libro a cura di Nino Ferraloro
Ore 18,30 presentazione dell’opera a cura della Prof.ssa Lucietta Di Paola Lo Castro
Ore 19 interventi preordinati del Dott. Stanislao Franchina e dell’Avv. Calogero Randazzo
Ore 19,30 Dibattito

I lavori saranno coordinati dall’Architetto Massimo Ioppolo.

Sul sito della Casa Editrice Longanesi troviamo un breve riassunto del libro “La Badante”
Italo Gorini, ultraottantenne professore di Lettere in pensione, vedovo e disabile, un figlio di trentacinque anni laureato e disoccupato, è accudito da una badante straniera che ne tiene desti i sensi e le fantasie. Sono di casa la sorella Maddalena e la cognata Giorgina, che a oltre settant’anni non ha abdicato alla propria femminilità. Ma un colpo di scena impensabile deflagra da un lontano passato e sconvolge i rapporti tra l’anziano invalido e la badante, mettendo in crisi i delicati equilibri dell’intera famiglia. L’ambigua relazione affettiva tra il professore e la sorella, rimasta nubile e per questo convinta di avere in mano il destino del fratello, nonché l’imprevista reazione del figlio, rendono sorprendenti gli esiti della vicenda. Questo singolare romanzo si interroga (e ci interroga) su uno dei temi cruciali del mondo contemporaneo: il protrarsi, sempre più medicalizzato, della vita, che però non di rado, quando i sogni sono finiti e i giorni, le ore diventano una lunga attesa, trasforma la vecchiaia in una crudele solitudine. Non solo: è anche un implacabile ritratto di non poche famiglie d’oggi.

Print Friendly, PDF & Email