Equa valutazione del compenso professionale europeo. Parere n.7/2017 della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro

Il tema dell’equo compenso si inserisce nel più ampio dibattito dottrinale e legislativo relativo all’estensione delle tutele dei lavoratori autonomi e dei professionisti. Le disposizioni in materia di equo compenso costituiscono una presunzione giuridica per la quale i compensi inferiori a quelli fissati dai parametri ministeriali risulterebbero iniqui. Inoltre, presentano elementi di forte differenza con l’istituto delle tariffe minime obbligatorie, in particolare per quanto concerne origine, struttura e finalità, né l’uno tende ad una surrettizia reintroduzione delle altre.

Nel parere della Fondazione Studi si analizzano le professioni liberali europee e le disposizioni in materia di equo compenso, evidenziando i regimi di compatibilità con il sistema di diritto comunitario anche per il tramite di alcune sentenze della Corte di Giustizia dell’Unione Europea.

Print Friendly, PDF & Email