A Marina di Ragusa chef Antonio Vitale propone una cucina figlia della passione e della semplicità

Il gusto per le cose belle e buone rappresenta il cardine della sua filosofia di vita. Chef executive del Ristorante “Atletico Farina” a Marina di Ragusa, Antonio Vitale propone una cucina personale e innovativa, dal sapore semplice e genuino. E lo fa, ogni giorno, con passione.

Nella località balneare ragusana, oggi diventata fiore all’occhiello della costa iblea, chef Vitale propone le sue più svariate creazioni, rigorosamente legate ai luoghi e alla tradizione siciliana.

Ma chi è Antonio Vitale? Per saperne di più lo abbiamo incontrato nel suo regno, alle prese con una delle sue particolari ricette. Creatività, estro, versatilità, carisma e quella buona dose di allegria che fa sempre bene allo spirito, fanno di Antonio uno chef anticonvenzionale, lontano anni luce dal “mondo delle etichette”.

“Io esco spesso in sala – ci racconta – voglio sentire gli umori. Credo molto nel contatto umano come fonte di crescita professionale e personale. Pensate che in cucina abbiamo allestito “il banchetto del non ritorno” dove controllo i piatti che rientrano dalla sala per verificare se sono rimaste pietanze”.

Catanese di origine e ragusano di adozione, ha alle spalle un passato da imprenditore nel settore delle costruzioni:“Avevo solo 22 anni quando mi ritrovai a dover condurre, per cause di forza maggiore, l’azienda di famiglia. Un’azienda a cui mi sono dedicato per 26 anni”. Ma nel 2012 cambia totalmente la sua vita per quella che definisce una passione innata, ovvero la cucina.

Appassionato lettore di Camilleri e affascinato dai luoghi spesso ricorrenti nella fiction il “Commissario Montalbano”, inizia a frequentare il territorio ibleo, lasciandosi conquistare a tal punto da decidere il grande passo.

Ed è a Marina di Ragusa che la sua vita ha una svolta decisiva. Selezionato nella top ten di Masterchef, molla tutto e avvia la sua attività. Sarà l’incontro con il titolare dell’Hotel Andrea Doria – Luca Causarano – a tuffarlo nell’avventura dell’Atletico Farina.

Le ricette di chef Vitale nascono al momento, si parte dall’ ingrediente principale, dalla sua storia e da tutto ciò che ruota attorno ad esso. Lo stato d’animo del momento e l’ispirazione completano il suo modo di stare ai fornelli; un modo che rende le sue portate qualcosa di unico e assolutamente originale.

Tra le pietanze più gettonate dello chef: la “Caponata di melanzane al cioccolato modicano” che nel 2016 ha tra l’altro riscosso un grandissimo successo durante la IV° edizione del Festival del Libro e della Cultura gastronomica, il “Food&book” di Montecatini Terme; la “Pasta ‘a catanisi” (trofie fresche artigianali con alici fresche, piselli e finocchietto selvatico); la gustosissima e immancabile “Pasta con le cozze”; la “Calamarata fritta”; “gli Involtini di pesce spada con verdure croccanti”. Piatti che sono memoria della nostra sicilianità, il patrimonio di una terra ricca di sapori e tradizioni.

Nei suoi piatti, i sapori del mare e della terra si fondono quindi in un connubio perfetto:”Quando sono arrivato a Marina di Ragusa mi sono reso conto che, pur trattandosi di un borgo marinaro, il legame più stretto di questa terra è con le primizie, come dimostrano le numerose coltivazioni in serra. Io provengo invece dalla cultura del mare, del buon pescato, perché sono cresciuto tra Acitrezza, borgo di pescatori, e il Mercato del pesce di Catania. Un luogo, quest’ultimo, al quale sono particolarmente affezionato perché era lì che, di buon mattino, andavo a passeggiare con mio padre. L’unione di questi elementi ha dato vita alla mia cucina, una cucina che vuole raccontare i nostri luoghi, i nostri personaggi e che vuole premiare chi si adopera giornalmente per portare sulle nostre tavole prodotti di qualità”.

La filosofia su cui si fonda la cucina di chef Vitale è che il cibo è elemento di vita ma anche sinonimo di benessere e condivisione. Ecco quindi la scelta di dar vita ad un locale un po’ vintage, minimale nella forma ma ricco nella sostanza, che ricordi gli anni ‘70/80. Anni in cui, come sottolinea Antonio – “le soddisfazioni erano davvero tante”.

“Vogliamo offrire ai nostri clienti – aggiunge infine – un ambiente conviviale, per niente formale e con un ottimo rapporto qualità – prezzo”.

Prima di andare chiediamo allo chef la possibilità di dare un’occhiata al menù pensato per i turisti che, arrivati in questo meraviglioso angolo di Sicilia, vogliono assaporarne le tradizione culinarie più autentiche. A questo punto Antonio sgrana gli occhi, ci indica una lavagnetta ed esclama: ”Proponiamo solo il meglio della cucina tipica siciliana. Perché i nostri ospiti devono farsi portavoce di un’enogastronomia d’eccellenza che merita di essere conosciuta e promossa in ogni dove. Il miglior futuro è quello che deve ancora venire!!”

Ovviamente non potevamo salutarlo prima di assistere al suo estro creativo…minuziosamente documentato nel video che vi proponiamo di seguito. Buona visione!!!

Print Friendly, PDF & Email