Acate. “Resto al Sud”. Incontro al castello promosso da Cna ed amministrazione comunale sugli incentivi alle imprese. Nota del sindaco Raffo.

Redazione Due, Acate (Rg), 12 gennaio 2018.- Mercoledì 10 gennaio, presso la Sala Consiliare del Castello dei Principi di Biscari, si è tenuto un importantissimo incontro, patrocinato dall’Amministrazione Comunale, con alcuni rappresentanti della CNA di Ragusa, finalizzato alla conoscenza dei numerosi incentivi finanziari, sia nazionali che europei, destinati alle imprese, in particolar modo giovanili, che intendono affacciarsi nel mondo del lavoro. La CNA di Ragusa svolge ormai da tempo un ruolo fondamentale sul  piano della promozione e della informazione. Recentemente, in occasione della firma del  partenariato tra la CNA di Ragusa e una delegazione di Malta, ho avuto modo di apprezzare, personalmente,  questo nobile sforzo che la Confederazione sta portando avanti, finalizzato prioritariamente ad una fattiva apertura delle frontiere stabilendo costruttivi rapporti di collaborazione, al di fuori della Sicilia e dell’Italia, con enti e strutture similari  alla CNA, iniziando proprio da Malta. In occasione di quell’incontro, scrissi un documento, indirizzato al mondo della politica, dove sottolineavo, appunto, che la “CNA Docet!”. Ovvero ci sta insegnando le metodologie e le strategie opportune da mettere in atto  per uscire dalla crisi. Quello di mercoledì, pertanto, è stato un appuntamento di estrema importanza, in quanto ha focalizzato la sua attenzione sulle possibilità reali di creare sviluppo economico anche al Sud. Mi ha particolarmente affascinato il tema conduttore dell’incontro, “Resto al Sud”, con le sue diverse sfaccettature finalizzate ad un diverso modo di coinvolgere i giovani, abituarli a parlare “europeo” e approfittare degli incentivi che oggi offre sia il Ministero per lo Sviluppo Economico che l’Europa. Ci sono a disposizione più di sette milioni di euro per le imprese giovanili capaci di sfidare la crisi e avviare positive strategie di sviluppo e di occupazione. Purtroppo attualmente stiamo vivendo un vero e proprio dramma sia in Sicilia che in provincia di Ragusa, che costringe quotidianamente molti giovani a  lasciare la nostra terra alla ricerca di migliori opportunità lavorative. Una situazione, questa, non più tollerabile in quanto premessa ad una ulteriore, inarrestabile e più profonda crisi economica e sociale. Proprio per queste motivazioni seguo, ormai da tempo, con grande interesse le varie iniziative “pedagogiche” portate avanti dalla CNA, assicurando sempre il mio apporto, finalizzato ad una costruttiva partecipazione a questo sforzo di informazione e di educazione.

Il Sindaco

Prof. Franco Raffo

Print Friendly, PDF & Email