Banca popolare Ragusa: Gaetana Jacono nuovo consigliere

Obiettivo Sicilia: investire sui giovani, sui territori e sui tesori che la nobilitano

Ragusa, 6 maggio 2016 – Gaetana Jacono Gola entra a far parte del Consiglio di Amministrazione della Banca Agricola Popolare di Ragusa, presieduto dal Cavaliere del Lavoro Dottor Giovanni Cartia. Titolare della Cantina Valle dell’Acate, la dottoressa Jacono Gola condivide coerentemente i valori che in oltre cento anni di storia hanno disegnato il profilo della Banca tanto da essere oggi uno fra i protagonisti dello sviluppo economico del territorio.

“Dal 1993 – ha dichiarato il nuovo Consigliere – anno del mio ingresso in Valle dell’Acate, l’azienda che mio padre ha creato per rilanciare la valorizzazione di uno dei tesori della nostra terra, promuovendo i nostri vini in tutto il mondo, tengo a diffondere tre elementi fondanti la mia identità di donna e di imprenditrice: i valori che ho ereditato dalla mia famiglia, questo nostro territorio unico e il Cerasuolo di Vittoria. Quegli stessi valori che sono riconfermati dalla filosofia e dalla storia secolare della nostra Banca: semplicità, onestà, concretezza, trasparenza. Sostengo con orgoglio la Sicilia operosa, il suo patrimonio di cultura antica, la sua bellezza unica e struggente e ho fatto e continuerò a fare di tutto per farla conoscere al mondo, perché desidero che il mondo, che già la ama, se ne innamori perdutamente”.

“Questo nuovo incarico, che onora me e la mia famiglia – ha aggiunto – mi infonde entusiasmo ed energia e mi spinge a continuare con determinazione a promuovere una terra ricca che produce eticamente, che investe sui giovani, sui territori e sui tesori che la nobilitano, senza mai perdere di vista che solo “facendo sistema” si potrà giungere al vero successo, quello duraturo nel tempo. E lo si potrà fare costruendo un sistema che integri vino, cibo, città, arte, impresa, turismo. Voglio contribuire a scrivere vero e nuovo “Viaggio in Sicilia” per noi italiani e per il mondo”.

Gaetana Jacono Gola

Laureata in Farmacia con 110 e lode. Dal 1993 dirige la parte commerciale, di marketing e di pubbliche relazioni di Valle dell’Acate che dal 1981 produce vini pregiati prevalentemente da vitigni autoctoni, con una rete di distribuzione che si estende oggi su tutto il territorio Europeo, su gran parte degli Stati Uniti ed in Medio Oriente, con una produzione di circa 400.000 bottiglie. Segue personalmente tutte le degustazioni dei vini dell’azienda, i rapporti con i clienti Italiani ed Esteri, i rapporti con la stampa e l’accoglienza in cantina. Nel Gennaio 2003 è stata nominata Consigliere di Amministrazione dall’Assemblea dei Soci di Valle dell’Acate, carica che mantiene ad oggi.

Nel 2011 riceve la medaglia Cangrande come “benemerito della vitivinicoltura 2011” a Verona durante il Vinitaly. Nel 2013 è stata nominata dall’Assessore all’Agricoltura Dario Cartabellotta Brand Ambassador del Cerasuolo di Vittoria DOCG e del territorio ragusano. Un importante riconoscimento all’imprenditrice portatrice nel mondo dei valori del territorio, fortemente impegnata a diffondere fuori confine la cultura enologica della propria terra. Nell’aprile del 2014 è stata nominata Ambassador di “WE-Women for Expo”, un progetto di Expo Milano 2015 in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori. WE-Women for Expo è un network di donne di tutto il mondo che agiscono insieme sui temi dell’alimentazione, per migliorare il diritto al cibo. Sempre nel 2014 ha inserito l’azienda Valle dell’Acate, nel progetto Milano Musica, volto a sostenere il ricchissimo repertorio della musica del Novecento e, contestualmente, nel progetto Fondazione Music Fund. Valle dell’Acate si vedrà impegnata per aiutare i futuri progetti di “Costruire con la musica”, associazione nata dalla collaborazione tra Milano Musica e Music Fund, organizzazione internazionale che dal 2005 raccoglie strumenti musicali e promuove la formazione di esperti di liuteria e riparazione di strumenti musicali nei paesi in via di sviluppo e nelle zone di conflitto.

Fa parte del consiglio dell’assoenologi e del Movimento del Turismo del vino. È socia delle Donne del Vino di cui, dal 2004 al 2006, è stata delegata regionale; dal 2007 al 2009 è stata nel consiglio di amministrazione.

Print Friendly, PDF & Email