Internazionalizzazione. Confcommercio Ragusa ha sostenuto un evento di formazione e informazione svoltosi a Malta

Le frontiere dell’internazionalizzazione, Confcommercio Ragusa ha sostenuto un evento di formazione e informazione svoltosi a Malta e rivolto a imprenditori e liberi professionisti

Alla scoperta di nuove frontiere. Seguendo tre parole d’ordine: internazionalizzazione, competitività, comunicazione efficace. E’ questo il senso dell’evento di formazione e informazione, svoltosi nei giorni scorsi a Malta, sotto l’egida di Confcommercio provinciale Ragusa. Un evento rivolto a tutti coloro che puntano a rendere più sensibile ai mercati esteri la propria attività e ad ampliare il proprio business in una località come Malta in cui vige una tassazione tra le più basse d’Europa. Il corso, rivolto a imprenditori, liberi professionisti, risorse chiavi aziendali e startupper, è stato organizzato da Formability, una nuova rete informale tra due giovani imprese iblee, in collaborazione, oltre che con Confcommercio, anche con la scuola Dante Alighieri di Malta, una delle istituzioni più rinomate del posto, operante da anni sul territorio isolano. “Il corso – dicono Simone Digrandi e Salvatore Scribano di Formability – ha previsto due giornate di formazione full-immersion. La prima è stata caratterizzata dall’incontro con Malta Enterprise, istituzione maltese che si occupa di assistere tutte le aziende che iniziano la loro attività nell’isola, e Dfk Malta, realtà territoriale che si occupa di fiscalità. Una grande occasione per approfondire tutti i principali aspetti che interessano ogni azienda che decide di insediarsi in un nuovo territorio, come ad esempio gli aspetti fiscali e burocratici. La seconda giornata, invece, è stata dedicata alla formazione riguardante i nuovi strumenti di marketing e comunicazione necessari ad ogni azienda di ogni settore per eccellere ai giorni d’oggi. Sono stati trattati, in particolare, i nuovi modelli di business e di marketing, la comunicazione integrata – come quella che vede in un unico processo di creazione ogni aspetto, dal branding all’advertising, dal sito internet ai social media – e “i falsi miti dell’internazionalizzazione” con qualche pillola di ‘business english’”. I partecipanti, rappresentanti di aziende e liberi professionisti del comparto, hanno manifestato la propria soddisfazione per l’esito della due giorni, riscontrando una grossa utilità sia nel confronto con le istituzioni maltesi sia nell’apprendimento dei nuovi strumenti di marketing e comunicazione, ritenuti molto interessanti, utili e innovativi. “Abbiamo ritenuto opportuno sostenere questa iniziativa – chiarisce il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Sergio Magro – perché l’obiettivo che ci dobbiamo sempre di più prefiggere è quello di guardare alle nuove frontiere, a percorsi che ci consentano di interfacciarci con la vicina isola di Malta che, come sappiamo, dal punto di vista dell’internazionalizzazione può rappresentare un ottimo banco di prova. E ci fa piacere che a portare avanti questo progetto siano stati dei giovani con le idee chiare che hanno proposto una iniziativa di un innegabile spessore. Ora speriamo che tutti i partecipanti possano raccogliere qualche frutto da tale percorso”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il presidente Commerfidi Ragusa, Salvatore Guastella, che, parimenti, ha sostenuto l’iniziativa. “Sull’internazionalizzazione – chiarisce – si gioca il nostro futuro, il futuro dell’economia degli Iblei che vuole puntare sempre di più a fare sistema per venire fuori dal tunnel in cui le contingenze l’hanno ristretta. Credo che momenti del genere non possano fare che bene ai nostri imprenditori i quali guardano con estremo interesse all’apertura verso nuovi mercati”. Per ulteriori informazioni e per scoprire le nuove iniziative che saranno organizzate, da una nuova edizione di “Maltainbusiness” ad altri eventi di formazione in Sicilia, l’indirizzo internet di riferimento è www.formability.eu

Print Friendly, PDF & Email