Palermo, movida. Confcommercio: “Salvaguardare la salute pubblica e trovare gli abusivi”

Palermo, 13 aprile 2015 –  Una delle esigenze primarie nel predisporre il regolamento che riguarda la Movida, sarebbe quella di dividere la città in zone e differenziare, di conseguenza, i vincoli imposti ai locali a seconda che questi si trovino in una zona a più alta densità abitativa piuttosto che in periferia o nelle zone costiere, dove le esigenze di silenzio sono lievemente differenti. Perchè resta fondamentale la tutela della salute pubblica.
Questa una delle proposte avanzate da Confcommercio Palermo in sede di audizione in commissione Attività Produttive, alla vigilia dell’apertura della stagione estiva e al conseguente moltiplicarsi delle attività di intrattenimento.
E proprio per il moltiplicarsi dei locali, Confcommercio auspica che un regolamento snello e con parametri chiari, possa fare emergere gli abusivi che tanti danni creano a chi lavora correttamente e che, operando in disprezzo delle normative, sono quelli che creano il reale disturbo ai residenti.

Print Friendly, PDF & Email