Rimborsi sisma del dicembre 1990, la camera approva emendamento alla legge di stabilità

I presidenti ANC di Ragusa e Siracusa: “primo cruciale passo. Ora la palla passa al senato. Risposta importante per i contribuenti”

Ragusa e Siracusa, 2 dic 2014 – L’approvazione di un emendamento alla legge di stabilità, all’esame della Camera dei deputati, ha dato il via libera, ieri, ai rimborsi delle imposte pagate nel triennio 1990-1992 dai contribuenti delle province di Ragusa, Siracusa e Catania colpite dal terremoto del 13 e 16 dicembre 1990. A darne notizia i presidenti delle associazioni territoriali aderenti all’Associazione nazionale commercialisti (Anc) di Ragusa e Siracusa, Antonietta Laterra e Salvo Geraci, che la scorsa settimana avevano già ottenuto rassicurazioni, a tal proposito, dal direttore della Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate, Antonino Gentile. “Abbiamo cercato, come professionisti – spiegano Antonietta Laterra e Salvo Geraci – di tenere sempre vivo l’interesse verso un problema che, in alcuni casi, sembrava sopirsi. Abbiamo cercato di alimentare il dibattito in tutte le sedi di competenza, sempre ed esclusivamente nell’interesse del cittadino-contribuente. Naturalmente, questo è un primo ma importante passo prima di incassare il risultato definitivo. Ecco perché ci rivolgiamo ai senatori siciliani di ogni schieramento affinché difendano questo risultato in sede di discussione della Legge di stabilità a palazzo Madama. Chiediamo che ai cittadini di questa ampia porzione del territorio siciliano sia riconosciuto il diritto, finora negato, nonostante l’ormai consolidata giurisprudenza, di ottenere il rimborso delle imposte pagate eccedenti la misura del 10 per cento e allo Stato di ristabilire una equità di trattamento tra tutti i cittadini”.

Print Friendly, PDF & Email