Rimborsi sisma del dicembre1990, ANC Ragusa e Siracusa incontrano il vertice della direzione regionale entrate Antonino Gentile: “siamo in dirittura d’arrivo”

Ragusa e Siracusa, 22 novembre 2014 – Facendo seguito alla richiesta di intervento dell’Agenzia Regionale delle Entrate da parte dell’Associazione Nazionale Commercialisti in materia di sisma ’90, che riguarda le provincie di Catania, Ragusa e Siracusa, i presidenti  delle associazioni territoriali aderenti Anc di Ragusa e Siracusa, Antonietta Laterra e Salvo Geraci, hanno incontrato il direttore della direzione regionale delle Entrate Antonino Gentile. Per quanto riguarda le istanze di rimborso dei tributi pagati a seguito del terremoto del 13 e 15 dicembre 1990, che comportò prima la sospensione dei termini di pagamento e successivamente la riduzione al 10% del carico fiscale dovuto per gli anni 1990, 1991, 1992, rimborsi congelati dall’Amministrazione Finanziaria per 24 anni, finalmente si è in dirittura d’arrivo. A seguito dell’intervento dell’Associazione Nazionale che aveva ottenuto un rassicurante parere favorevole da parte del Garante del Contribuente Sicilia, il direttore Gentile ha informato che è stata interessata l’Avvocatura dello Stato la quale, nonostante la consolidata giurisprudenza, ha chiesto un intervento alle sezioni unite della Corte di Cassazione per porre definitivamente fine alla annosa questione. Il colloquio tra i due presidenti Anc, Laterra e Geraci, e il direttore Gentile, improntato sulla massima cordialità, è stato l’occasione per far conoscere alla Dre la realtà associativa sindacale siciliana della professione del commercialista. Tra gli altri temi trattati si è focalizzato quello legato allo sprone da parte della Direzione regionale alle direzioni provinciali delle entrate per utilizzare meglio e con profitto tutti gli strumenti deflattivi del contenzioso per limitare di ricorrere in commissione tributaria, valorizzando in primis l’istituto dell’autotutela. Il direttore ha tra l’altro diramato una circolare con la quale ha invitato gli uffici periferici a riattivare il contraddittorio stragiudiziale proponendo con iniziativa dell’Ufficio la chiusura della lite con una nuova proposta di conciliazione più favorevole al contribuente ove se ne ravvisino i presupposti, ancorché la controversia sia già pendente presso la Commissione tributaria ma non ancora posta in discussione. Proposta dell’Ufficio più favorevole al contribuente, che andrà depositata in Ctp anche nel caso di mancato accordi tra le parti. Al termine del lungo colloquio il direttore Gentile ha accolto favorevolmente la proposta dei presidenti Laterra e Geraci per ricevere quei suggerimenti che possano snellire le fasi operative nei rapporti di front-office tra i commercialisti e le agenzie territoriali; il direttore si è impegnato altresì a rivedere la prassi che prevede l’obbligatorietà delle firme sugli impegni alle trasmissioni telematiche laddove gli invii risultino correttamente effettuati. I presidenti Anc di Ragusa e Siracusa esprimono piena soddisfazione per l’accoglienza e la propositiva collaborazione mostrata e con il direttore Gentile si sono salutati con l’impegno a reincontrarsi per aggiornarsi sull’evolversi delle attività intraprese.

Print Friendly, PDF & Email