World Dairy Forum 2014: importante il commercio globale per prodotti lattieri, in particolare per i formaggi

I leader dell’industria lattiero-casearia europea riuniti a Stresa il 10 ottobre per il World Dairy Forum hanno  sottolineato l’importanza del commercio globale per i prodotti lattieri, ed in particolare per i formaggi.

Per John Clarke, direttore dei negoziati commerciali per il settore agroalimentare della Commissione europea, è importante  aprire nuove opportunità sul mercato mondiale  per l’industria lattiero-casearia europea “La Riforma della PAC ha incentivato la produzione in funzione del mercato, la domanda è in crescita e l’Ue potrà trarre vantaggio dalla fine delle quote latte”.

E a proposito di rapporti tra Ue e Usa ha affermato: l’obbiettivo dell’unione Europea nel TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership) è giungere ad un accordo equilibrato.
L’accordo è una grande opportunità per l’Ue e per gli USA. Ci sono molte differenze tra i due sistemi agricoli (ad es. in materia di OGM, o per standard sulla salute animale), ma queste non devono essere un pretesto per bloccare il negoziato, perché c’è spazio per tutti. Il consumatore Usa chiede varietà e qualità e apprezza i prodotti Ue e la loro diversità.

“L’Europa esporta circa 15 miliardi di euro di prodotti alimentari trasformati di alta qualità, con un trend in forte crescita, a fronte di circa 10 miliardi di euro di prodotti di base che importano e che generano un saldo positivo import/export di 5 miliardi a favore dell’Ue. Le nostre stime  indicano che grazie all’accordo il volume delle esportazioni potrebbe addirittura raddoppiare – ha sottolineato l’On. Paolo De Castro.  Però è necessario fugare ogni dubbio sulle finalità del negoziato e seguire in maniera trasparente il suo andamento, visto l’enorme interesse che esso avrà, in particolare per le produzioni alimentari.

Print Friendly, PDF & Email