Garanzia Giovani: al via “GaranziaHack: partecipa, sviluppa, vinci!”

La prima maratona hacker per giovani sviluppatori, designer e appassionati di tecnologia iscritti a “Garanzia Giovani”. Premio da 10.000 Euro per il migliore progetto di sviluppo di un’app per il Programma. Per candidarsi occorre accedere al sito www.garanziahack.it, dove si trova anche una sezione riservata a chi vorrà ospitare la maratona

Roma, 23 ottobre 2015 – Prende il via oggi “GaranziaHack: partecipa, sviluppa, vinci!”, la prima maratona hacker per giovani sviluppatori, designer e appassionati di tecnologia iscritti a “Garanzia Giovani”.

L’iniziativa, promossa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – in coerenza con la E-strategy lanciata dalla Commissione Europea – sostiene la creatività dei giovani e mira a trasformare l’utilizzo delle “app” in un volano per la diffusione di competenze digitali. L’obiettivo, per chi parteciperà a “GaranziaHack”, è la realizzazione di un prototipo di app che sfrutti i dati messi a disposizione dal Ministero.

“Da oggi i giovani iscritti al Programma Garanzia Giovani presi in carico dai servizi competenti – dichiara il Ministro Poletti – avranno la possibilità di mettersi in gioco e sviluppare le proprie competenze in materia di applicazioni e tecnologie digitali, al fine di incrementare le proprie opportunità occupazionali. L’era digitale è caratterizzata da una generazione giovane, nata con le nuove tecnologie, alla quale intendiamo offrire l’occasione di mettere in pratica le attitudini personali”.

Allo scopo, il Ministero realizzerà un’hackathon, il prossimo 4 dicembre, che attribuirà al vincitore un grant di finanziamento di € 10.000 per lo sviluppo dell’app. C’è tempo fino al 25 novembre per candidarsi sul sito www.garanziahack.it. Nel sito è collocata anche una sezione Host, riservata a incubatori, aziende ed università che vogliano ospitare, a titolo gratuito, la maratona di singoli o team che parteciperanno alla competizione.

“GaranziaHack” testimonia il rafforzamento della collaborazione tra le Istituzioni, le imprese e le Università. Del resto, conclude il Ministro “Il ruolo dei partenariati è determinante per la piena riuscita del Programma Garanzia Giovani, che richiede uno sforzo maggiore da parte di tutti”.

Print Friendly, PDF & Email