Inaugurata la settima edizione di Orientamedia, il salone degli studenti della provincia di Catania

Appuntamento fino al 23 gennaio al palaspedini

CATANIA – Si è aperta ieri mattina al PalaSpedini di Catania, con la presenza di un migliaio di studenti, la settima edizione di “OrientaMedia” il salone degli studenti delle medie inferiori. E’ stato l’assessore comunale alle Politiche Scolastiche, Valentina Scialfa, a tagliare il nastro inaugurale assieme agli organizzatori dell’attesa manifestazione, e cioè Giusy Caltabiano, presidente dell’associazione OrientaMedia e Giuseppe Tringale coordinatore dell’evento. Fino al 23 gennaio, dalle 9 alle 13, gli studenti delle medie inferiori e i loro genitori potranno acquisire maggiori informazioni sui futuri percorsi scolastici e professionali grazie alla presenza dei rappresentanti e dei docenti dei vari istituti che hanno aderito all’evento. Una manifestazione arricchita non solo dalla partecipazione convinta dei licei e degli istituti tecnici più prestigiosi della provincia etnea ma anche da numerosi enti di formazione professionale che consentono, in alternativa, l’acquisizione di specifiche qualifiche per l’inserimento nel mondo del lavoro. Occasione di confronto di assoluto rilievo, quello che si viene a creare tra gli studenti delle medie inferiori e quelli delle superiori, pronti a soddisfare le varie domande. Tante le curiosità ma anche i lavori prodotti nel corso dell’anno scolastico e portati in esposizione, come plastici, lavori di gruppi e perfino robot che rispondono ai comandi umani. Numerose informazioni fornite, utili a comprendere il proprio percorso futuro, sia scolastico che professionale, in base alle singole attitudini. Lo ha ricordato anche l’assessore comunale Scialfa: “Un plauso a questa manifestazione che permette, ogni anno, di consentire ai giovani di affrontare scelte consapevoli in un’età che è cruciale per il proprio futuro, avendo di fatto concluso il proprio percorso scolastico obbligatorio. Dunque OrientaMedia si conferma essere un’idea vincente che offre sostegno alla città di Catania ma soprattutto ai suoi giovani, trovando l’aiuto diretto sia in altri giovani che sono nelle scuole superiori, che nei docenti o ancora in percorsi formativi differenti. Anche la nuova location, il PalaSpedini, ha ben saputo rispondere all’evento offrendo spazi adeguati e facilmente fruibili”.

Print Friendly, PDF & Email