Di ruolo all’ASP di Siracusa i primi 38 precari

SIRACUSA (SR) – L’Asp di Siracusa ha stabilizzato a tempo indeterminato i primi 38 precari, in atto a tempo determinato, in applicazione del Decreto Madìa ed in conformità all’ordine delle priorità esplicitate dal Ministero e alle direttive dell’Assessorato regionale della Salute, in possesso dei requisiti previsti, facenti parte del primo gruppo dell’atto di ricognizione analitica esitato dall’Azienda lo scorso 12 febbraio, che potevano essere immessi in ruolo immediatamente senza ulteriore forma di pubblicità.

Ciò in quanto dalla ricognizione effettuata, per le 38 unità inquadrate nel primo gruppo, risulta esclusa l’esistenza di altri soggetti di pari qualifica in possesso dei requisiti previsti per la stabilizzazione e tali aventi diritto risultano essere allo stato in numero inferiore rispetto ai posti destinati alla stabilizzazione nelle annualità 2017 e 2018 del Piano triennale delle assunzioni dell’Azienda. I 38 immessi in ruolo sono dipendenti del comparto non dirigenziale, dirigenti dell’area tecnico-professionale e dirigenti medici di diverse discipline.

Negli altri due gruppi dell’atto ricognitivo interno sono contemplati i posti da mettere in stabilizzazione previa procedura di avviso pubblico. Per tale ragione l’Azienda sanitaria ha deliberato l’Avviso di partecipazione pubblica, già all’Albo Pretorio aziendale e prossimamente nella GURS, per la ricognizione del personale precario potenzialmente interessato, in possesso dei requisiti per la stabilizzazione secondo i comma 1 e 2 dell’art. 20 del decreto legislativo 75 del 2017 con allegata la domanda di partecipazione.

In esito a tale ricognizione, l’Azienda completerà l’aggiornamento del Piano assunzionale, dove attualmente sono previsti complessivamente 132 posti destinati alla stabilizzazione per gli anni 2017 e 2018 e 70 per il 2019, per consentire eventuali ulteriori assunzioni con stabilizzazione diretta qualora venisse a determinarsi un numero di posti da destinare alla stabilizzazione superiore ai potenziali aventi diritto. Nel caso in cui in esito all’aggiornamento del piano assunzionale dovesse permanere un numero di aventi diritto maggiore dei posti destinati alla stabilizzazione, l’Azienda avvierà una selezione interna per un numero pari a quello previsto per la stabilizzazione nel biennio 2017-2018.

“E’ un momento importante per la nostra Azienda e per tutto il sistema sanitario regionale – dichiara il commissario dell’Asp di Siracusa Salvatore Brugaletta assieme ai direttori sanitario e amministrativo Anselmo Madeddu e Giuseppe Di bella – che dà certezza e stabilità di impiego ai tanti professionisti che, con spirito di squadra e di appartenenza pur nella loro precarietà, da tanti anni, alcuni anche decenni, contribuiscono a rendere efficiente la sanità nella nostra provincia. Diamo atto all’impegno del Governo regionale ed in particolare dell’Assessorato della Salute che con i propri atti di indirizzo ci sta guidando nell’applicazione di una legge che punta al superamento del precariato e alla valorizzazione delle professionalità che sono in campo”.

Print Friendly, PDF & Email