UnipolSai. Megale (Fisac Cgil): accordo approvato col 71%, entrano 150 giovani

Gruppo, dopo uscita da Ania, si impegna a rispetto contratto nazionale

Roma, 16 gennaio 2015 – Approvato con il 71% di voti favorevoli l’accordo UnipolSai sottoscritto lo scorso 29 dicembre. È quanto comunica il segretario generale della Fisac Cgil, Agostino Megale. “Si sono concluse oggi – afferma – le assemblee nelle principali sedi di UnipolSai (Bologna, Torino, Genova, Milano, Firenze, Roma, Napoli, Catania, padova) per la votazione dell’accordo del 29 dicembre scorso firmato dalle sigle confederali (Fisac Cgil, Fiba cisl, uilca Uil) ma non dai sindacati autonomi. Le assemblee hanno visto la partecipazione di oltre 3 mila lavoratori che hanno approvato l’accordo con il 71% a favore e il 29% contrari”.

Nel valutare il risultato delle assemblee, il leader della categoria dei lavoratori del credito della Cgil ricorda che “l’accordo assume grande importanza nell’aver individuato un percorso in cui entro il 31 dicembre di quest’anno vi saranno 150 giovani da assumere a tempo indeterminato. Un dato, quest’ultimo, che le assemblee hanno apprezzato moltissimo, a maggior ragione in un gruppo in cui con l’operazione di fusione Unipol e FonSai si sono salvati tutti i posti di lavoro, pari a circa 5 mila ex FonSai. Adesso con l’accordo si è data piena applicazione a quanto già concordato precedentemente”.

Megale inoltre sottolinea come “l’accordo è stato possibile grazie all’unità e alla forte determinazione di tutti i sindacati confederali e che questa unità ha consentito di impegnare UnipolSai, anche a fronte della decisione annunciata di uscire da Ania, al pieno rispetto, oggi e per il futuro, del contratto collettivo nazionale di lavoro assicurativo”, conclude.

Print Friendly, PDF & Email