Acate. Concerto di Natale: “Classi Gospel”, giovedì 27 dicembre chiesa di San Vincenzo Martire.

Salvatore Cultraro, Acate (Rg), 24 dicembre 2018.- Ogni Natale che si rispetti ha il suo tradizionale Concerto. Pertanto anche l’amministrazione comunale di Acate, retta dal primo cittadino Giovanni Di Natale, e la Parrocchia San Nicolò di Bari, non sono voluti venire meno a questo magico appuntamento organizzando, presso la settecentesca chiesa di San Vincenzo Martire, un evento musicale dal titolo, “Classi Gospel- Concerto di Natale”, per le ore 19,30 di giovedì 27 dicembre. Un Concerto di musiche e canti natalizi, per organo a canne e coro che vedrà come protagonista la bravissima organista Aurora Muriana e il Coro Polifonico della Parrocchia  “San Nicolò di Bari”, diretto dall’eccelsa musicista. Il Coro Polifonico, diretto dalla maestra Aurora Muriana, è stato costituito nel marzo del 2003. E’ un coro a quattro voci miste ed è costantemente impegnato nell’animazione delle funzioni religiose solenni, nelle occasioni straordinarie che fanno parte di eventi parrocchiali e in vari concerti. Diverse sono state le occasioni in cui il gruppo canoro è stato impegnato: due rappresentazioni sacre de, “I Setti Parti”, dramma sacro sulla Passione di Cristo, del Venerdì Santo, concerto su repertorio francescano, convegno su San Vincenzo Martire, presentazioni di libri a tematica religiosa, celebrazioni solenni presiedute da diversi vescovi, concerti di Natale, professioni di fede di figli della comunità acatese, convegno sulla figura della Donna, concerti in ambito dei festeggiamenti di San Vincenzo Martire e concerti-evento in occasione dei Workshop di architettura e “urban design”. Il Coro, dicevamo, è diretto dalla maestra Aurora Muriana, pianista ed organista da oltre vent’anni, la quale si occupa dell’animazione di matrimoni ed eventi simili ed è impegnata nella preparazione canora dei coristi e nell’arrangiamento delle partiture musicali con relativi adattamenti polifonici. La maestra Aurora, studia pianoforte dall’età di dieci anni, è stata iscritta al Conservatorio “Vincenzo Bellini” di Catania ed ha anche partecipato, nella sezione giovani, al prestigioso concorso musicale “Ibla Gran Prize” con giurati provenienti da tutto il mondo. Per l’occasione la maestra Muriana farà vibrare le canne dell’artistico organo situato al termine della navata destra, della chiesa di San Vincenzo, in prossimità dell’altare maggiore. Una pregevole opera del XVII secolo, ritornata al suo antico splendore al termine di una complessa opera di restauro, resa possibile, nel 2000 grazie ad un finanziamento regionale di 90 milioni, integrato da altri  30 milioni circa a carico della parrocchia. L’artistico organo, raro esempio dell’arte musicale seicentesca, collocato nella navata destra, nello spazio del transetto, è senza dubbio uno dei pezzi più pregiati dell’antico Tempio. La cantoria si compone di pannelli decorati con motivi floreali policromi, che nella composizione dei fiori e nelle bordure si diversificano l’uno dall’altro. Incuriosisce, inoltre, tra le rose dipinte la presenza della “rosa nera”, un sogno che da sempre ha avuto l’uomo. La parte strumentale, invece, è installata all’interno di una cassa di risonanza in legno, finemente decorata con fronte a campata unica. La facciata è costituita da 13 canne disposte a cuspide. Un festone in legno, ricoperto d’argento meccato è invece posto ad ornamento delle canne di prospetto. La cassa, infine, è sormontata dall’elegante arma del casato dei Principi Paternò Castello, signori dello Stato e Terra di Biscari, antico nome di Acate.

 

Print Friendly, PDF & Email