Acate. “Concerto d’Inverno”: un evento carico di emozioni. Nota dell’amministrazione comunale.

Redazione Due, Acate (Rg), 2 gennaio 2016.- Il Castello dei Principi di Biscari di Acate rivive antichi splendori grazie al “Concerto d’Inverno”, organizzato dall’Associazione Musicale, “Le piccole Grandi Note”, con la straordinaria regia della pianista, Prof.ssa Stefania Ruta, e con il Patrocinio del Comune di Acate.

“Si è trattato di un evento di eccezionale valenza culturale ed artistica – sottolinea il Sindaco Prof. Franco Raffo- il quale, insieme ad altri eventi, contribuisce alla implementazione qualitativa delle iniziative finalizzate alla valorizzazione del Castello e alla essenzializzazione del Natale. Un Natale, per noi, sobrio, semplice, umano e caratterizzato da intenso lavoro, riflessioni, studio e presenza tra la gente, come richiede la grave situazione mondiale e locale che stiamo attraversando. Sindaco ed Assessori, infatti, hanno rinunciato a qualsiasi tipo di vacanza, preferendo restare a stretto contatto con la cittadinanza. Un Natale, dunque, semplice, nel rispetto delle nostre tradizioni”.

“Il Concerto d’Inverno- continua il primo cittadino- è stato un evento carico di forti emozioni per il numerosissimo pubblico presente, anche per la presenza di personaggi in costume d’epoca dell’Associazione culturale “Sorrisi e Canzoni”. Il tutto grazie all’impegno di Stefania Ruta e dei suoi collaboratori, che stanno facendo del Castello il posto privilegiato dell’insegnamento della musica e fucina di meravigliosi talenti. Di grande rilievo anche la presenza del maestro Ruben Micieli,  grandissimo pianista di fama internazionale, che ci ha regalato un saggio di eccezionale virtuosismo  musicale. E poi la mostra della pittrice Beatrice Nicosia, che con l’esposizione delle sue opere ha arricchito il programma, contribuendo a coniugare con grazia ed alto stile pittorico arte, musica e canto. Tante eccellenze locali, uniti dall’amore per la cultura e l’arte e per il  Castello, sempre più meta di turisti e centro propulsore di iniziative didattiche ed artistiche. Proprio il Castello, che qualcuno vorrebbe vedere, chiuso”.

“Invece con noi in due anni- ha evidenziato ancora il Sindaco- il Castello, con la collaborazione di eccellenti intellettuali locali e non solo, è diventato il “tempio” privilegiato del grande Tenore di origini acatesi, prematuramente scomparso, Salvatore Licitra; sede del Museo del Cinema e della Televisione, sede della Psicologia della Magna Grecia e, quindi, luogo privilegiato di incontri di psicologi, filosofi ed  intellettuali. Da oggi anche sede privilegiata del Canto e della Musica, poiché è nostro intendimento mettere a disposizione dei giovani talenti e dell’Associazione Musicale  una sala per attività didattiche e manifestazioni artistiche. Questa è la nostra sfida: favorire la formazione di talenti locali, realizzare eventi, favorire strategicamente la promozione culturale del nostro Territorio a costo Zero. Questo abbiamo già fatto con la Festa di S. Vincenzo, con l’Estate Acatese e così intendiamo continuare. Con umiltà e diuturno lavoro, nell’interesse di tutti gli Acatesi”. Un grazie anche al nobile benefattore che ha provveduto a eliminare il buio davanti al Castello, nonostante i milioni di Euro spesi negli anni passati”.

 

L’Amministrazione Comunale

 

Print Friendly, PDF & Email