Acate. “Note al castello” giovedì 17 novembre a cura dell’associazione musicale “Piccole Grandi Note”.

Redazione Due, Acate (Rg), 16 novembre 2016.- Scuola e musica. Un binomio indissolubile rafforzato da una lodevole iniziativa da parte dell’associazione musicale “Piccole Grandi Note”, presieduta dalla professoressa Stefania Ruta. Giovedi  17 novembre, infatti, nel corso della mattinata, si terrà, presso il Castello dei Principi di Biscari ad Acate, un particolare e significativo evento, voluto dalla professoressa Ruta, che coinvolgerà gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Puglisi” di Acate. Dalle 8,30 alle 12,00 i docenti dell’associazione “Piccole Grandi Note” regaleranno agli alunni dei piacevoli momenti musicali definiti: “lezioni concerto”, rientranti nel progetto “Note al Castello”. Gli alunni, suddivisi in piccoli gruppi, si potranno sistemare nelle varie stanze del castello ed ascoltare una breve lezione concerto tenuta dai docenti di musica dell’associazione con l’ausilio anche di numerosi strumenti musicali. “Queste lezioni concerto- spiega la professoressa Ruta- avranno un duplice scopo: quello pedagogico finalizzato alla valorizzazione della cultura musicale e quello culturale in quanto i ragazzi avranno anche l’occasione di poter meglio ammirare un importante bene monumentale quale il Castello dei Principi di Biscari”. L’associazione “Piccole Grandi Note”, che opera ormai sul territorio da numerosi anni, non è nuova a simili iniziative. Periodicamente, infatti, organizza, nel baglio del Castello, in collaborazione  anche con le scuole cittadine, concerti e saggi di musica classica a conclusione dei corsi annuali di musica organizzati sia nei locali del Comprensivo Puglisi che del Castello. Scopo dell’associazione è proprio quello di promuovere, sviluppare, diffondere e valorizzare la cultura musicale nella profonda convinzione del valore formativo e sociale della musica. Dell’associazione “Piccole Grandi Note”, infatti, fanno parte sia semplici appassionati che cultori e professionisti della musica i quali hanno, ormai da anni, la possibilità di acquisire la conoscenza e la pratica della musica classica, di quella moderna e delle varie nuove tecnologie applicate alla musica.

Print Friendly, PDF & Email