“Ibla Classica International”: Il genio di Mascagni e Puccini tra Ottocento e Novecento

“IL GENIO DI MASCAGNI E PUCCINI TRA OTTOCENTO E NOVECENTO” E’ IL NUOVO CONCERTO DELLA XIII STAGIONE DELLA RASSEGNA “IBLA CLASSICA INTERNATIONAL”. DOMENICA 18 DICEMBRE, ALLE ORE 18.00, IL TENORE ROBERTO CRESCA E IL PIANISTA GIANFRANCO PAPPALARDO FIUMARA SI ESIBIRANNO PER IL PUBBLICO DEL TEATRO DONNAFUGATA DI RAGUSA IBLA.

RAGUSA – Il genio di Mascagni e Puccini rivive nel gioiello barocco del Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla. Domenica prossima, 18 dicembre, alle ore 18.00, sarà la voce del bravissimo tenore Roberto Cresca, accompagnato al pianoforte dal maestro Gianfranco Pappalardo Fiumara, la protagonista del nuovo appuntamento della XIII edizione della rassegna “Ibla Classica International”, diretta dal maestro Giovanni Cultrera e promossa dell’associazione AGIMUS e QIRAT – Sicilia Classica International, sotto la presidenza di Marisa Di Natale. “Il genio di Mascagni e Puccini tra Ottocento e Novecento”, il titolo del concerto che avrà un repertorio molto vasto: “Non t’amo più”, “Ideale”, “L’alba separa dalla luce l’ombra” e “Malìa” di F. P. Tosti; “Siciliana” e Intermezzo da “Amico Fritz” di Mascagni, “Mattinata” di R. Leoncavallo, “Caro mio ben” di T. Giordani, “Vaghissima sembianza” di S. Donaudy, “La fanciulla del West ch’ella mi creda”, “E lucevan le Stelle” e “Inno a Roma” di Puccini, “Addio Fiorito Asil” da “Madame Butterfly” , “Intermezzo” dalla “Cavalleria rusticana” di Mascagni, “Mille Cherubini in coro” di F. Schubert, “Minuit Chretiens” di Adam e “Adeste fideles” di Anonimo.
Sul palco il tenore Cresca, che vanta in curriculum importanti collaborazioni e prestigiose interpretazioni. Solo di recente, nell’estate 2014, ad esempio, è stato Don Josè per il circuito “Teatri di Pietra” di Aurelio Gatti, “Turiddu” al fianco di Maria Dragoni e Simone Alaimo e ha preso parte ad una tournée a Cuba per l’ambasciata italiana a L’Havana. Ultimamente è stato anche Salvo D’Acquisto nell’opera omonima del compositore Antonio Fortunato al Teatro Verdi di Pisa e ha preso parte alla Trilogia di “Don Giovanni” (Gazzaniga, Tritto e Pacini) sempre per la Fondazione Teatro Verdi di Pisa. La prossima stagione estiva del teatro di Taormina lo vedrà di nuovo impegnato nei panni di Turiddu in “Cavalleria Rusticana” diretto dal premio Oscar Louis Bacalov e debutterà nel ruolo di Radames nell’ “Aida” di G. Verdi. Ha inciso per la OMA MUSIC il cd “operArias” diretto dal M° Viktor Karzalis, contenente una selezione delle più famose romanze per tenore. Dopo avere studiato sin da piccolissimo pianoforte e percussioni, ha deciso di dedicarsi al canto. Nel 2004 debutta come tenore protagonista nell’opera “Rita” di G. Donizetti al teatro Vittorio Emmanuele di Benevento, nel ruolo di Beppe diretto da Claudio Ciampa con la regia di Emanuele di Muro. Da lì è una escalation di interpretazioni in Italia e all’estero, che gli valgono diversi premi e riconoscimenti di prestigio.
Ad accompagnarlo sul palco il pianoforte del maestro Gianfranco Pappalardo Fiumara, dalla carriera di ampio successo nel nostro Paese e all’estero, coronata nel 2012 con la medaglia d’onore e rappresentanza per i meriti artistici conseguiti in Italia e nel Mondo, consegnatagli dall’allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. E’ uno dei più giovani docenti di Conservatorio in Italia, entrandovi come docente all’età di 21 anni. Attualmente è professore in Discipline Teorico-Musicali presso il Conservatorio “Bellini” di Palermo nei dipartimenti di Musica Elettronica, Musica Barocca e Jazz ed inoltre docente a contratto presso l’Università di Palermo – Facoltà di Lettere per Grammatica della Musica. Autore di diverse pubblicazioni, si è esibito in più di 1000 concerti in Asia, America ed Europa, in importanti teatri come la Carnegie Hall di New York per ben 5 volte, La Sala Verdi e il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro Presidenziale di Ankara e il teatro di Montreal, le sale più importanti del Giappone, con orchestre quali l’Orchestra Sinfonica Siciliana, l’orchestra sinfonica di Città del Messico, L’orchestra filarmonica del Nuovo Mondo di Montrèal, l’orchestra sinfonica di Kiev e di Volgograd, l’orchestra Guido Cantelli di Milano, l’Orchestra Sinfonica del Governo del Messico, sotto la direzione di personalità quali Enrique Batiz, Michel Brousseau, Roman Matsov, Donato Renzetti, Livio Buiùc, Julius Kalmar, Gianluigi Gelmetti, John Rutter. Ha svolto una intensa attività cameristica con artisti quali: Katia Ricciarelli, Cecilia Gasdia, Salvatore Accardo, il trio della Filarmonica di Stato di Bucarest, Maria Knàpic. Ha registrato per Radio Rai, Radio del Quebèc, Radio Classica. Fra i prossimi impegni il pianista nel 2015 ritornerà alla Carnegie Hall di New York e a Città del Messico con il primo concerto di Beethoven, inoltre Cipro, Giappone, Lisbona etc.
Come sempre, il concerto di domenica sarà seguito da un “Dopoteatro Cocktail”, curato dal ristorante “Il Moro”. La rassegna “Ibla classica international” è sostenuta dal Senato della Repubblica, dalla Regione, da sponsor privati, con il supporto del Comune di Ragusa. Per info e prenotazioni sugli abbonamenti o sull’acquisto del biglietto di ingresso chiamare i numeri 338.4339281- 334.5387069 o scrivere una mail a info@iblaclassica.it o visitare www.iblaclassica.it

Print Friendly, PDF & Email