Part time e prepensionamento. La circolare n.7/2016 della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro

La Legge di Stabilità 2016 riconosce ai lavoratori dipendenti del settore privato, assunti con contratto a tempo indeterminato a tempo pieno e prossimi al pensionamento di vecchiaia, di trasformare il loro rapporto di lavoro a tempo parziale con una riduzione dell’orario compresa tra il 40% e il 60%. L’incentivo, previsto dall’art. 1 comma 284 della legge 208/2015, diventa possibile dopo la firma del 13 aprile scorso del Ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, al decreto interministeriale attuativo per il “part-time agevolato”, che fissa anche il procedimento amministrativo da seguire per ottenere l’incentivazione economica statale alla trasformazione del rapporto di lavoro.
In attesa di conoscere le indicazioni operative dell’Inps, che illustrino ad imprese e lavoratori come accedere a questo strumento, la Fondazione Studi Consulenti del Lavoro con la circolare n.7/2016 fa un’analisi giuridica dell’incentivo, soffermandosi sul campo di applicazione, sulle incentivazioni economiche previste e sulla prassi amministrativa che consente di accedere ai benefici economici del part time agevolato.

Clicca qui per leggere e scaricare la Circolare_FS_N7_2016_PART-TIME_PREPENSIONAMENTO

Print Friendly, PDF & Email