Acate. “Giornata Mondiale del diabete: Acate sceglie la prevenzione”.

Redazione Due, Acate (Rg), 8 novembre 2016.- Viva soddisfazione è stata espressa, in una nota pubblica, dall’Amministrazione Comunale di Acate per la piena riuscita della “Giornata Mondiale del Diabete” tenutasi, anche ad Acate, nel corso della mattinata di domenica 6 novembre presso l’androne del Palazzo Municipale. L’evento è stato organizzato dalle associazioni “Insieme per il diabete” e “Occhi sul diabete”, con il patrocinio del Comune di Acate, le quali hanno effettuato, ai cittadini che ne hanno fatto richiesta, uno screening gratuito di prevenzione, consegnando, inoltre, un interessante questionario ministeriale. L’equipe, composta dal dottor Giovanni Ferraro e dall’infermiere professionale, Filippo Vitale, è stata cordialmente accolta nel Palazzo Municipale dal Sindaco prof. Francesco Raffo e dal presidente della “Procivis”, Giacomo Gallo. “Come Amministrazione Comunale- ha tenuto a sottolineare il Sindaco Raffo- siamo pienamente soddisfatti su come hanno risposto gli acatesi all’invito rivolto, sia da noi che dalle due associazioni promotrici, a sottoporsi allo screening gratuito, dimostrando di aver scelto, responsabilmente, la prevenzione. I dati pubblicati, periodicamente dalla Federazione Internazionale del diabete, purtroppo, rivelano un costante aumento del numero complessivo dei diabetici, che, solo in Italia sarebbero più di tre milioni e mezzo. Dati indubbiamente allarmanti che non lasciano sperare nulla di positivo per l’immediato futuro. In tale contesto si colloca l’importanza fondamentale della prevenzione, unico mezzo utile ad arginare il numero delle persone affette da questa patologia ritenuta, ormai da tempo, una malattia sociale”. “Pertanto- ha concluso il Sindaco Raffo- al fine di promuovere la prevenzione primaria e la diagnosi precoce, abbiamo messo a disposizione  di alcune associazioni che si occupano di sensibilizzazione ed assistenza ai diabetici, alcuni locali del Castello dei Principi di Biscari utilizzati, ormai da tempo, come loro sede logistica”.

Print Friendly, PDF & Email