AIAD, a Marina di Ragusa la nona edizione della Passeggiata della salute

Appuntamento, domenica 15 maggio 2016, alle ore 9,30, in piazza Duca degli Abruzzi pe la nona edizione della Passeggiata della salute organizzata dall’AIAD – Associazione Italiana Assistenza ai Diabetici onlus di Ragusa.

La scelta di Marina di Ragusa, come luogo di incontro, nasce dall’esigenza di coinvolgere anche gli abitanti della frazione marinara.

L’incontro avverrà davanti alla “La Sorbetteria” che, generosamente, ha appoggiato la manifestazione mettendo a disposizione non solo lo spazio, ma anche offrendo, ai partecipanti la degustazione di un ottimo gelato artigianale a basso contenuto di zuccheri.

Quest’anno la Passeggiata si arricchita, non solo della collaborazione dell’Associazione sportiva “NoDoping” e della Pastorale della Salute, ma anche dell’appoggio, concreto e prezioso, delle Associazioni: “Amunì” e “Siamo a Peri”.
Per l’occasione sarà allestita una postazione per lo screening della glicemia; infatti i diabetologi dell’Aiad: dr. Giorgio Lomagno e Raffaele Bennardo, ma anche il dr. Raffaele Schembari, dirigente medico diabetologo dell’Asp di Ragusa, effettueranno il test glicemico. Un’occasione anche per fare prevenzione.

Siamo molto fieri di essere arrivati alla nona edizione della Passeggiata della Salute – ha detto Gianna Miceli, presidente dell’Aiad – nata dalla necessità di educare la gente a condurre un corretto stile di vita. Un messaggio importante per prevenire una patologia, il diabete, che sta assumendo proporzioni davvero preoccupanti, soprattutto perché colpisce in età sempre più giovane. La Passeggiata è il risultato di una meravigliosa sinergia tra il Volontariato (La Rete dei Petali del Cuore, Raggio di Sole, Nostra Signora di Gulfi), le Istituzioni (Comune di Ragusa e Asp) e i privati (Acquaditalia e acqua Santa Maria) che appoggiano iniziative come quella di domenica. Perciò sento di ringraziare, a nome mio e dell’Aiad, tutti per il contributo che, a vario titolo, hanno dato per organizzare la manifestazione che spero registri un numero altro di partecipanti”.

Print Friendly, PDF & Email