State attenti alla truffa dei gel di aloe vera. Inquietanti i risultati di uno studio statunitense

Spesso venduto in forma di gel, la pianta di aloe vera è conosciuta per i suoi molti benefici per la salute e la pelle. Aiuta a combattere l’invecchiamento, fatica, allevia le ustioni, stress, problemi intestinali. Ma hai controllato la percentuale di Aloe nel tubetto comprato al supermercato? Secondo un recente studio americano, ci sono possibilità che la percentuale è uguale a… zero. I risultati del laboratorio incaricato da Bloomberg News, comunemente conosciuta come Bloomberg, un’agenzia di stampa internazionale, tra le più note al mondo, con sede a New York, si riferiscono a tre marchi americani: Wal-Mart, Target e CVS. In questi prodotti non è stata trovata traccia della vera pianta di Aloe vera. Qual è la situazione in Italia? “La situazione è simile a quello di Stati Uniti d’America. Lo status speciale delle piante medicinali usate, quindi non farmaceutiche, per ottenere prodotti di largo consumo come bevande o cosmetici e di cui i produttori e rivenditori, sono immuni da sanzioni, almeno finché non accadranno incidenti. I requisiti di composizione e le caratteristiche finali del prodotto commerciale e la concentrazione di sostanze attive evidenziano una sostanziale inadeguatezza. Pertanto, Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti” consiglia di utilizzare prodotti simili e altri rimedi naturali noti ed efficaci, disponibili nelle farmacie. L’Aloe non è una pianta unica e insostituibile.

Print Friendly, PDF & Email