14 Gennaio 2022

ITALREPORT

Quotidiano on-line

ARTE IBLEA A PALAZZO LA ROCCA, A RAGUSA IBLA, A CURA DI AMEDEO FUSCO

2 min read

Un tripudio di colori e forme scultoree nella sede di Palazzo La Rocca a Ragusa Ibla per la mostra di pittura e scultura che sarà inaugurata alle 17,45 del 18 dicembre e resterà fruibile fino al 6 gennaio. Riconosciuto patrimonio Unesco, il palazzo, attira l’attenzione per i mensoloni che rappresentano la maternità, i suonatori e gli amorini mettendo in evidenza qualità artistica e sensibilità d’animo dello scultore. Grazie al Patrocinio del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, l’Arte Iblea, viene riscoperta. Si offre, così, la possibilità agli artisti di farsi conoscere e al pubblico di apprezzare quanto di meglio la comunità iblea esprime, offrendo spunti per promuovere anche il territorio.

La mostra è un momento importante che vuole individuare artisti accomunati da un sincero amore per la pittura e per la scultura. Nella rassegna è presente la figurazione come restituzione della natura, degli oggetti, della espressione di volti, arricchita anche da momenti evocativi in forma astratta. “Essere un artista (scriveva Thomas Mann) ha sempre significato possedere ragione e sogni”. Nell’osservare le opere emerge un motivo comune: la solarità. Certamente ogni artista vive la propria esperienza secondo i canoni della sua ispirazione e della sua cultura, ma è la mediterraneità che avvolge e incanta. L’arte, del resto, è incantamento, emozione che lascia traccia nel cuore e nel pensiero. Tutte le opere in mostra hanno tanto da dire sui loro autori. Raccontano di ognuno di loro. Una mostra che, per la varietà di generi e di tecniche e per l’estro dei suoi artisti, merita di essere visitata. gli artisti che esporranno in questa mostra sono tutti ragusani: Emanuele Bellio, Carmelo Carrubbba, Manuela Distefano, Franco Filetti e Agostino Viviani.

Nel corso della manifestazione si terranno, anche degli eventi collaterali: il 23 sarà presentato il libro della giovane scrittrice ragusana Roberta Cafiso dal titolo “La tela color Tiffany” e il 26 dicembre il libro di poesie di Giuseppe Dimartino dal titolo “Tutto è nato da una quarantena” presentati da Maria Antonietta Vitale con introduzione di Amedeo Fusco, alle ore 17. La mostra, organizzata dal Centro di Aggregazione Culturale, si svolgerà a Palazzo La Rocca, via Capitano Bocchieri, Ragusa Ibla, e rimane aperta dal 18 dicembre al  6 gennaio

Aperto tutti i giorni dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 19.

Chiuso il 25, il 31 dicembre e la mattina del 1° gennaio. L’ingresso è libero secondo le norme vigenti.

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Follow by Email
LinkedIn
Share