A rischio commissariamento l’ATI (Assemblea Territoriale Idrica) Ragusa?

Potrebbe essere a rischio commissariamento anche l’ATI Ragusa, Assemblea Territoriale Idrica, per non aver ancora redatto/aggiornato, nonostante siano stati superati i termini previsti per legge, il Piano d’Ambito, strumento fondamentale di pianificazione e gestione del servizio idrico integrato.

Dalla Regione arriva l’aut aut: o l’Assemblea provvede nell’immediato alla redazione di questo importante strumento o l’Ente Regionale procederà con la nomina di un commissario ad acta.

I Comuni del territorio ibleo sono dunque alle strette. Ricordiamo infatti che l’ATI è composta dai Sindaci dei dodici Comuni. Presidente dell’Assemblea è Bartolo Giaquinta, sindaco di Giarratana che, proprio nei giorni scorsi, ha avuto un incontro con l’Assessore Regionale per l’Energia.

Attualmente l’ATI Ragusa pare sia sprovvisto di finanziamenti e soprattutto di un bilancio. A sostegno dell’organismo una convenzione con il Libero Consorzio Comunale di Ragusa in materia di supporto logistico.

In un periodo di vacche magre come quello attuale che ha fatto registrare, tra l’altro, anche il commissariamento di ben dieci Comuni su dodici per mancata approvazione del Bilancio 2018, i Sindaci iblei dovranno quindi far fronte ad un’ulteriore situazione difficile: reperire circa 150 mila euro necessari alla redazione del Piano D’Ambito pena il commissariamento.

Print Friendly, PDF & Email