Acate. Choco Modica, il sindaco di Acate Raffo: “Un importante confronto sulla commercializzazione dei nostri prodotti agricoli”.

Redazione Due, Acate (Rg), 11 dicembre 2016.- Su invito del sindaco di Modica, Ignazio Abbate, il primo cittadino di Acate, Prof. Francesco Raffo, ha presenziato all’inaugurazione della Undicesima Edizione di “Choco Modica 2016”, importantissima kermesse che ha visto, tra l’altro, la partecipazione del Prefetto di Ragusa, Sua Eccellenza, Carmela Librizzi, del Sottosegretario di Stato alle Politiche Agricole, Giuseppe Castiglione e di numerosi sindaci dell’ ex Provincia di Ragusa e non solo, tra cui il sindaco di Marsala, Alberto Di Girolamo, e il sindaco maltese di Xewkja, Paul Azzopardi.  L’evento di giovedì 8 dicembre non è stato solo una meritata esaltazione del cioccolato modicano ma anche una utilissima ed imperdibile occasione per confrontarsi con altre realtà imprenditoriali. “Più che una semplice cerimonia di inaugurazione- ha sottolineato il Sindaco di Acate Raffo- è stata una importante opportunità per ammirare le meravigliose eccellenze non solo del nostro territorio, ma anche dell’intera Sicilia. Grazie, poi, all’ineccepibile relazione del Prof. Uccio Barone,  che ci ha illuminato su pagine  della storia della Provincia di Ragusa e della Sicilia del 1800, abbiamo riscoperto una provincia da sempre, dinamica, intelligente e coraggiosa”. “Ma l’aspetto più importante dell’evento- continua il Sindaco Raffo- è stata l’opportunità di poter incontrare  imprenditori, che operano al di fuori del territorio ragusano ed anche all’estero, specializzati  nel mondo vitivinicolo ed agro alimentare. Ne è venuto fuori un confronto  ed un dialogo molto interessante, improntato  su due temi che io ritengo di primaria importanza:  il problema della commercializzazione dei prodotti  agricoli del territorio acatese, molto noti a tutti, e la riorganizzazione di un turismo di qualità, verso il quale si vogliono indirizzare  tutte le nostre energie. Siamo tutti ben consapevoli della profonda crisi economica, sociale e finanziaria che stiamo vivendo,  però nel momento in cui dobbiamo progettare dei percorsi virtuosi  per uscire dalla crisi ed, ovviamente, attivare forme di commercio e di sviluppo economico e finanziario  troviamo enormi difficoltà. Pertanto abbiamo molto da imparare anche dagli altri ed in questo mi ha confortato tantissimo l’incontro avuto con i colleghi amministratori ed, in modo particolare, con il sindaco maltese. Il focus del confronto è stato soprattutto il tema delle innovazioni e della collaborazione con paesi esteri  per la commercializzare dei nostri prodotti, ritenuti vere autentiche eccellenze. Ho lamentato e chiesto alle Autorità competenti di andare oltre i dictat europei, e ciò ha trovato piena condivisione alla mia analisi, perchè l’Italia Meridionale e, soprattutto, la Sicilia,  sono fortemente penalizzati da una politica europea  che ha messo in secondo piano le problematiche agricole locali. L’ultimo esempio è  l’embargo nei confronti della Russia, nazione che assorbiva gran parte della nostra produzione agroalimentare e vitivinicola. Questo tipo di politica miope, pertanto, deve terminare se non vogliamo veramente che venga cancellata dalla Geografia europea l’Italia Meridionale e in primis la Sicilia”. “Abbiamo preso l’impegno, quindi- conclude il Sindaco di Acate- di reincontrarci nell’immediato futuro, unitamente alle delegazioni straniere ed, in modo particolare, a quella maltese, per studiare insieme forme di collaborazione che permettano una proficua commercializzazione dei nostri prodotti agroalimentari”.

L’Amministrazione Comunale

Print Friendly, PDF & Email