Acate. Gli Auguri di Natale del sindaco Francesco Raffo alla cittadinanza

Redazione Due, Acate (Rg), 24 dicembre 2016.- Cari concittadini, il Natale è ormai alle porte e, con Esso, uno dei periodi più suggestivi dell’anno.  Da tre anni sono alla guida del nostro paese, che tutti amiamo profondamente ed a cui dedichiamo tutte le nostre forze, con passione e determinazione. Non è facile in un momento di tragedie internazionali, nazionali e locali augurare un Natale gioioso e sereno, soprattutto a coloro che a causa della crisi economica passeranno in ristrettezza le feste. Al Comune quotidianamente pervengono appelli e richieste di aiuto da parte di persone in gravi difficoltà, giovani che non trovano lavoro o imprenditori in crisi. Forte è l’impulso e la voglia di aiutare, ma grande l’amarezza nella consapevole impotenza di non poter dare risposte adeguate o un pur piccolo aiuto. Amarezza e dolore proviamo, ma nel contempo voglia e determinazione a non soccombere. La Crisi economico- politica che sta attraversando l’Italia e i Comuni, soprattutto i più piccoli, ha stravolto i Bilanci, appesantiti da inaccettabili tasse, inique e gravose. L’Amministrazione comunale è consapevole di tutto ciò e sta con i cittadini e in mezzo ai cittadini. Non fugge né si sottrae ai suoi doveri. Non va in vacanza. Rimane sul campo. Per questo il nostro pensiero non si ferma al “Buon Natale”, ma è rivolto a loro in modo continuo e costante, alla ricerca di soluzioni concrete per superare questo momento difficile. Cari Cittadini, non vogliamo nasconderci dietro un dito. Abbiamo fatto dell’onestà intellettuale la nostra bandiera: abbiamo anche noi delle carenze e delle responsabilità, e chiediamo scusa  a tutti quelli a cui non abbiamo potuto dare una adeguata risposta ai loro problemi. L’agenda di un Sindaco è fitta di richieste e piena di aspettative, ma delimitata da molti fattori economici e strutturali, tanto da limitare di molto la propria autonomia di scelta o di movimento. Sono momenti difficili e vi chiediamo ancora comprensione nel mentre tentiamo la via del risanamento finanziario, la trasparenza della gestione e la legalità di tutti i processi riformatori. Nulla è come prima e nulla sarà come prima. Il Comune è di tutti i cittadini, indipendentemente dal colore, simpatie e opinioni. Siamo consapevoli che il nostro operato non può raccogliere unanime consenso; ma deve essere altrettanto chiaro che noi lavoriamo tutto il giorno (per 365 giorni)  per tentare di risolvere i problemi, dal più piccolo al più grande. Il percorso è duro, pieno di insidie e trappole, ma siamo fiduciosi che con la collaborazione di tutti ce la faremo ad uscire dalle sabbie mobili e  a realizzare un Paese migliore. Acate, siamo sicuri, alla fine del nostro mandato sarà diverso e migliore. Il Natale è un momento di gioia, di amicizia, occasione di riflessione e di ascolto. Sentiamo forte il dovere di ringraziare  quanti, dentro o fuori il Comune, hanno reso possibile con il loro impegno tutto questo; il Parroco e la Parrocchia, per la preziosa e santa attività; il Sig. Comandante e tutti i Carabinieri, per la loro quotidiana attività al servizio della nostra comunità svolta con ammirevole spirito di abnegazione e alto senso del dovere; i tanti volontari, che con generosità  concorrono al nostro operato; tutta la cittadinanza, che ha dato dimostrazione di grande senso civico nel sostenere e anche criticare (perché no?) le iniziative dell’Amministrazione Comunale; le associazioni culturali che danno lustro alla nostra comunità. A questa nostra meravigliosa comunità, ai malati e ai disagiati, ai disoccupati, a coloro che sono soli e sentono di più il peso della loro solitudine, l’Augurio di vivere momenti di pace e serenità. Un augurio speciale agli anziani, custodi delle nostre radici e di una memoria storica che è insegnamento di vita e proposizione di un modello di convivenza civile fraterna e serena. Da una stalla è venuto il Salvatore. Dalle macerie nasca una capanna.

Buon Natale.

Il Sindaco

Prof. Francesco Raffo

Print Friendly, PDF & Email